Cosenza
 

Parco del Benessere di Cosenza, Morcavallo: “Necessario però prevedere dei percorsi alternativi per il traffico veicolare”

"E' stato reso noto che, a breve, inizieranno i lavori per quello che è stato definito il "più grande ed importante Parco del Benessere d'Italia".

Il nuovo "central park", della lunghezza di circa due chilometri, verrà realizzato nel cuore di Cosenza e prevede aree verdi attrezzate e sicure, illuminate, strutturate con percorsi benessere, piste ciclabili e spazi dedicati al tempo libero e allo sport, persino un laghetto!

L'idea alla base del progetto è veramente interessante, credo che un Parco del genere possa portare molti benefici alla città di Cosenza ed ai cosentini stessi, ma è importante prevedere, prima dell'inizio dei lavori, dei percorsi alternativi per far sì che il traffico stradale possa scorrere in maniera regolare.

Infatti, attualmente, uno dei problemi più rilevanti della nostra città risulta essere la viabilità urbana.

Purtroppo, molte persone sono costrette ad utilizzare la macchina anche per motivi lavorativi, difatti, sempre più elevato risulta il numero di pendolari che ogni giorno utilizzano mezzi privati per spostarsi.

Nonostante sia prevista la realizzazione della metropolitana leggera Cosenza-Rende-Unical, non è detto che sia una soluzione utile per tutti!

E' necessario, quindi, progettare delle arterie stradali che possano permettere al traffico veicolare di fluire velocemente verso tutte le altre direzioni; questa è, infatti, una delle più grandi preoccupazioni legate al progetto.

Inoltre, bisogna pensare anche alla tutela delle persone che risiedono su Viale Giacomo Mancini ed al commercio che in questi anni si è sviluppato lungo il Viale.

Che fine faranno le attività commerciali di viale parco?

Il Parco del Benessere è un'opera imponente ed importante, che gioverà molto alla nostra città, ma bisogna tener conto anche delle preoccupazioni dei cosentini e prevenire, in maniera efficace, eventuali criticità legate alla realizzazione dell'opera". Lo afferma in una nota il consigliere comunale di Cosenza, Enrico Morcavallo.