Cosenza
 

Al Castello Svevo di Cosenza parte domani la due giorni della quarta edizione di “POL 2017”

Il Meeting della Polizia Locale, uno degli eventi nazionali più attesi dagli operatori del settore, prevede un ricco programma di interventi tenuti da relatori tra i maggiori esperti del settore che affronteranno tematiche che investono l'operatore della polizia locale, chiamato ad applicare nuove normative sulla sicurezza urbana e non solo.
All'inaugurazione sarà presente anche il fratello dell'Ispettore Licari che prenderà parte alla cerimonia di consegna del premio POL 2017 dedicato agli operatori della polizia locale che si sono distinti durante il loro operato.

L'ispettore Licari, vittima di una violenza di gruppo durante il suo servizio a Catania, è stato in coma per diverso tempo ed ora, uscito dalla rianimazione, ha bisogno ancora di cure per la sua sopravvivenza.
Il programma dell'edizione POL 2017 è stato anche arricchito da una sezione dedicata ai tributi per la quale è atteso l'intervento di Sergio Trovato - Professore, Avvocato Tributarista, già collaboratore delle testate Il Sole 24 Ore ed Italia Oggi, consulente Anci, Legautonomie e consulente scientifico Leggi D'Italia - e da una serie di eventi collaterali che perseguono scopi differenti ma non slegati dalla manifestazione, come quello sociale e culturale.
Giovedì mattina al Castello Svevo anche la moda e la fotografia abbracceranno le importanti tematiche del POL Meeting 2017 con la perfomance creativa a cura della fotografa concettuale e giornalista Stefania Sammarro, in collaborazione con l'Accademia New Style di Cosenza diretta da Franca Trozzo.
Durante la mattinata verranno, infatti, esposti alcuni bozzetti stilistici su come sarà la divisa della Polizia tra 100 anni, realizzati dagli allievi dell'Accademia e sarà indossata una divisa in un'installazione vivente per una non posa fotografica.
L'abito creato prenderà vita nelle fotografie di Stefania Sammarro, in un progetto fotografico che sarà esposto insieme ai bozzetti dell'Accademia. Le foto esposte sono ambientate in una futuristica Cosenza, in una sorta di visioni introspettive dal sapore minimal tra linee futuristiche e surrealismo.
Il soggetto, all'interno del contesto cittadino, ricorda nella postura la figura del poliziotto, sicuramente in un'epoca diversa e cangiante, in cui l'atteggiamento varierà forma, con un'autorevolezza immutata all'interno della società.

Venerdì mattina invece ampio spazio alle scuole che porteranno circa trecento studenti al Castello Svevo.
Attraverso la collaborazione delle Associazioni i giovani provenienti dalle scuole medie superiori assisteranno alla testimonianza del padre di Sara Frangella, una delle giovanissime ragazze strappate alla vita in seguito ad un drammatico incidente stradale avvenuto nell'aprile del 2016 a San Lucido, che condividerà, con gli studenti presenti in Sala, la sua dolorosa esperienza. Lo scopo non sarà quello di trasmettere un messaggio di dolore bensì quello di rivolgere un invito ad amare e rispettare la propria vita.
Dopo una fase teorica iniziale dedicata agli studenti in cui verranno trattate tematiche relative a multitasking, distrazione e alcol, tutti elementi che costituiscono un grave rischio durante la guida, si passerà a quella esperienziale aperta a tutti: un percorso a ostacoli con il quale sperimentarsi indossando degli speciali occhiali che simulano lo stato di ebbrezza. Questa attività permette di divertirsi ma allo stesso tempo di riflettere, visto che la maggior parte delle persone che si cimentano nella prova, a malapena riesce a mettere un piede davanti all'altro. Condizione che spesso viene sottovalutata e non viene capita dopo aver bevuto a una festa o un aperitivo ma che si comprende alla perfezione quando si effettua la prova da sobri.
La mattinata si concluderà con la cerimonia di consegna del premio "Coscienza Civica ed educazione alla convivenza", progetto che premia il più incisivo messaggio di coscienza civica che gli studenti hanno pensato rivolto alla propria città, al termine del quel è prevista la consegna di una borsa di studio del valore di € 1000,00 destinato all'Istituto scolastico selezionato.
La manifestazione nasce da una idea di Ottavio Chiappetta, della Beta Professional Consulting che ha affidato ad un eccellente comitato scientifico le scelte dei temi e dei relatori.