Cosenza
 

Cosenza, Fgc: “No alla scuola al servizio dei padroni, assemblea a corso Mazzini”

"La scuola che viviamo è sempre più lontana dalle esigenze degli studenti, è una scuola di classe piegata agli interessi delle imprese e dei loro profitti. L'alternanza scuola-lavoro obbligatoria è la dimostrazione più chiara di questo stravolgimento: si permette ai padroni di sfruttare il lavoro gratuito di un milione e mezzo di studenti l'anno e risparmiare sulla formazione aziendale; si lascia alle imprese la possibilità di avere voce in capitolo sulla didattica e di sostituirsi allo stato nel finanziamento delle scuole. Mentre avviene tutto questo il diritto a un'istruzione di qualità è limitato o negato alla maggioranza degli studenti, tanto che un giovane su sei non riesce a finire il proprio percorso di studi. Questo modello educativo non valorizza le capacità degli studenti ma li educa alla precarietà e a un futuro di rassegnazione.
Non siamo disposti a chinare la testa di fronte a tutto questo, abbiamo bisogno di un'educazione diversa e siamo determinati a conquistarla.
Siamo pronti a mobilitarci anche a Cosenza costruendo fin dai primi giorni di scuola la mobilitazione nazionale del 13OTTOBRE. Lottiamo per rivendicare una scuola che sia davvero a misura di studente, al servizio di noi futuri lavoratori e non delle imprese private. Cominciamo questo anno scolastico a testa alta, perché è più che mai necessario rispondere agli attacchi contro il nostro futuro.

Per questo domani, 23 settembre, dalle ore 16:00 saremo a Corso Mazzini (altezza via Brenta) per confrontarci insieme a studenti e cittadini sul tema". Lo afferma il Fronte della Gioventù Comunista Cosenza.