Cosenza
 

La solidarietà di Cgil e Fillea a Perciaccante

Totale solidarietà e vicinanza a Giovan Battista Percacciante, imprenditore edile e presidente provinciale dell´ANCE, vittima, la scorsa notte, di una gravissimo atto intimidatorio.Il vile atto è avvenuto nel comune di Cassano allo Ionio, nei pressi del cantiere dove l'azienda stava lavorando per la realizzazione di un collegamento fognario, un suo mezzo è stato dato alle fiamme ed a lui, alla sua famiglia ed a tutte le maestranze viene espressa incondizionata solidarietà dalle Confederazioni della Cgil di Cosenza e Castrovillari e dalle Fillea di Cosenza, Castrovillari e Regionale.
Condanniamo con forza e determinazione questo gesto criminale, che va a colpire uno dei più importanti imprenditori del settore delle Costruzioni sul nostro territorio ed esprimiamo la nostra totale solidarietà al presidente Percacciante, alla sua famiglia, ai lavoratori dell´azienda ed all´ANCE provinciale di Cosenza, con la quale, da tempo, siamo impegnati a promuovere e sostenere ogni iniziativa utile alla diffusione della legalità in Edilizia ed alla prevenzione di ogni fenomeno criminale volto a danneggiare le imprese, ad alterare le giuste dinamiche della concorrenza ed il corretto funzionamento del mercato del lavoro.
Purtroppo, registriamo ancora una volta un episodio preoccupante ed allarmante per il quale, auspichiamo, che la magistratura e le forze dell'ordine possano presto fare piena luce, individuando i responsabili e restituendo serenità e sicurezza all´imprenditore, alla sua famiglia ed a tutti coloro che operano, laboriosamente ed onestamente, nel comparto edile già fortemente scosso dalla pesante crisi economica e produttiva e non può assolutamente permettersi di vivere in un clima di paura e di terrore.


A tal proposito, confidiamo nell´apertura di un nuovo tavolo di confronto ed approfondimento sul tema della legalità e della sicurezza nel comparto delle Costruzioni . In questa direzione, auspichiamo la consueta attenzione e sensibilità della Prefettura di Cosenza, al fine di poter arrivare alla realizzazione, insieme all´ANCE provinciale, di un protocollo d´intesa finalizzato a riaffermare, in ogni cantiere ed in ogni luogo di lavoro, le buone prassi necessarie alla prevenzione ed alla repressione di fenomeni delinquenziali come questo di Cassano allo Ionio, partendo innanzitutto da quelle misure indispensabili a garantire la doverosa serenità e l´adeguata protezione agli imprenditori ed ai lavoratori edili della nostra provincia".