Cosenza
 

Amantea (Cs), l’assessore all’istruzione Pati: “Superata fase emergenziale su avvio delle attività del nuovo anno scolastico”

«L'avvio dell'anno scolastico si è svolto con senso di partecipazione, sia da parte della componente didattica, sia da quella familiare formata da genitori e alunni. Il disagio derivante dall'abbandono dello stabile che accoglieva la scuola media "Goffredo Mameli", ritengo sia stato compreso e accettato con buona volontà e disponibilità da parte di tutti».

«Adesso – rimarca la Pati – è il momento di concentrarci sulle cose da fare che non sono di certo poche. Ma in qualità di assessore all'istruzione sento il dovere di ringraziare tutti coloro che hanno consentito di superare una fase emergenziale, quale poteva essere la ricollocazione di alcune aule, senza trauma alcuno per gli allievi che potranno così proseguire nel proprio percorso di crescita e di formazione. Un risultato che va condiviso con il personale comunale, i dipendenti delle cooperative e i lavoratori in mobilità in deroga: ognuno di loro ha fatto più della propria parte per fare in modo che le scuole aprissero le proprie porte di concerto con l'avvio delle lezioni. Buon anno scolastico ai dirigenti, ai professori e ai maestri, agli alunni, ma soprattutto ai bambini che inseguono semplicemente il proprio futuro. Noi proseguiremo senza indugi.

L'agire sinergico del resto ha dato i propri frutti anche durante l'estate appena trascorsa. Il settore manutentivo che seguo in prima persona, tra mille difficoltà, ha risposto a tutte le sollecitazioni che il territorio ha proposto. Siamo stati presenti nella quotidianità così come negli eventi straordinari, con il solo obiettivo di rendere fruibile la città nella sua interezza. Per qualcuno si tratta dell'ordinarietà del compito che un amministratore è chiamato a svolgere, ma nella veridicità dei fatti bisogna confrontarsi con le limitazioni di una realtà che non è come si vorrebbe, tra ristrettezze economiche e bilanci. Lungo questo cammino so di poter contare su collaboratori che hanno a cuore Amantea e Campora San Giovanni e che alle critiche rispondono con l'impegno».