Cosenza
 

Paola (Cs), Romano (Pci): “Subito Piano di Zona”

"Le ultime elezioni amministrative hanno consegnato il paese ad una coalizione talmente rappresentativa dei cittadini che meglio non si poteva fare.

Il primo cittadino chiamato a rappresentare, ascoltare ed accogliere le istanze di tutti i cittadini, si è assunto un importante impegno e cioè l'impegno di fare, attraverso la politica e i mezzi che la stessa gli dà, la realizzazione delle aspettative e dei progetti di vita che ogni cittadino ha consegnato nelle mani della coalizione che ha avuto il maggior numero di consensi elettorali.

Quindi è conseguenziale che le persone scelte ad espletare le cariche assessorili non considerino l'incarico ricevuto come una promozione al lavoro svolto nel sostenere il candidato a sindaco oppure una logica e lineare finalità, da segreterio del maggior Partito della coalizione ad assessore . L'assessore è e deve essere colui che meglio ancora del primo cittadino, nel ruolo che gli è assegnato, deve prodigarsi, attraverso le sue capacità ed abilità intellettive/ professionali e politiche e con l'aiuto prezioso dei collaboratori, a dare il massimo delle sue potenzialità per lo sviluppo e la crescita sociale della citta' e dei cittadini, quindi deve adoperarsi affinché tutto si traduca in una migliore qualità di vita specie se questa interessa i cittadini con difficoltà economiche, di mobilità e di inclusione sociale (politiche sociali) ed è a questo scopo che il Partito Comunista Italiano di Paola chiede che il Piano di zona si realizzi nel più breve tempo possibile. Ogni cittadino elettore, quindi anche l'assessore, ha il dovere di sentirsi PRIMO CITTADINO affinché si realizzi la crescita e lo sviluppo economico e sociale della città di San Francesco tutta intera, dal primo sino all'ultimo essere vivente di questa splendida e amata città del Tirreno Cosentino". Lo afferma Carmelo Romano del Pci di Paola (Cs).