Cosenza
 

Incendio in stabile Cosenza, Bianchi: "Tutto poteva essere evitato"

"Intendo esprimere ferma e convinta solidarietà alla città di Cosenza e alle famiglie delle tre persone rimaste uccise dal rogo scoppiato in centro storico. La vicenda ha fatto emergere una realtà di povertà, degrado ed emarginazione sociale per tanto, troppo tempo trascurata dalle istituzioni" a dichiararlo è Dorina Bianchi, Sottosegretario al Turismo e deputato di Alternativa Popolare.

"Alla già grave perdita di vite umane si devono aggiungere anche gli inestimabili danni al patrimonio storico e culturale della città: le fiamme hanno coinvolto anche la residenza Ruggi d'Aragona e il palazzo Compagna dov'erano conservate le pergamene degli scritti originali di Telesio, Parrasio e Quattromani, pensatori calabresi del XVI e del XVII secolo. Distrutti anche alcuni quadri e stampe che raffiguravano la storia della città attraverso i secoli. Tre vite perdute e danni incalcolabili al patrimonio storico e artistico della Calabria per una tragedia che poteva essere evitata".