Cosenza
 

Incendi, agronomi Cosenza: "Istituire tavolo tecnico permanente"

"Non è possibile assistere a catastrofi come quelle provocate dagli ultimi incendi ben sapendo che la situazione potrebbe essere tranquillamente sotto controllo. Occorre uscire dalla cultura dell'emergenza ed investire nella prevenzione, programmazione e pianificazione: prevenire costa molto meno che non ricostruire". E' quanto afferma Francesco Cufari, presidente dell'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Cosenza, che, in una nota,chiede l'istituzione di un tavolo tecnico permanente. "È importante - sostiene Cufari - gestire meglio le risorse per la lotta agli incendi e servono più investimenti nella prevenzione. Per contrastare gli incendi boschivi occorrono non solo maggiori e migliori investimenti per la lotta attiva (attività di spegnimento), ma anche investimenti nella prevenzione, con campagne di educazione e sensibilizzazione, con realizzazione di opere specifiche (viali parafuoco, invasi per l'acqua), con la manutenzione della viabilità forestale e rurale, con la gestione attiva delle superfici forestali, con l'applicazione di pratiche agro-pastorali corrette (diradamenti, pulizia del sottobosco), in pratica con una regolare pianificazione e programmazione del territorio attuando operazioni sostenibili che garantiscano una migliore crescita del bosco in termini volumetrici e di stabilità degli alberi, una maggiore resistenza alle avversità come il fuoco e una sua pronta resilienza (la capacità di ripresa dopo un evento sfavorevole)". "Dobbiamo pensare al nostro territorio - prosegue Cufari - come ad un organismo: se ben mantenuto ed in salute, può reagire in modo efficace ed efficiente alle avversità esterne". Pertanto, al fine di gestire attivamente le foreste e il territorio senza farne un museo dell'abbandono, la Federazione regionale dei dottori agronomi e dottori forestali della Calabria chiede l'istituzione di un tavolo.