Cosenza
 

Oggi pomeriggio la presentazione del progetto “Rossano città del Codex e i suoi marcatori identitari”

Turismi e city marketing, da una parte, individuare i marcatori identitari cittadini più efficaci per esclusività e capacità attrattiva su scala internazionale; dall'altra, investire sulla comunicazione interna e di prossimità territoriale, destinata alla propria comunità ed all'hinterland, per rafforzare dal basso ogni ulteriore azione di comunicazione turistica all'esterna.

Sono, questi, gli obiettivi sottesi al progetto di comunicazione sociale, culturale e turistica, dal titolo Rossano città del codex e i suoi marcatori identitari, promosso dall'Amministrazione Comunale e che sarà presentato ufficialmente venerdì 17 febbraio, nella Sala Grigia di Palazzo San Bernardino, nel Centro Storico alle ORE 17.30.

È la prima volta – dichiara l'assessore alla cultura Serena Flotta – che si avvia uno studio del genere, finalizzato ad enucleare e valorizzare i soli aspetti veramente distintivi sui quali riposizionare e consolidare, attraverso l'impegno consapevole dell'istituzione pubblica locale, l'appeal turistico e culturale della nostra Città. Il nostro obiettivo – continua – è quello duplice: 1) rafforzare anzi tutto verso gli stessi concittadini ed il mondo della scuola in particolare la comunicazione sul patrimonio identitario; 2) esaltare e promuovere in modo ragionato e strategico i soli caratteri esclusivi per potenziare e rendere più coerente la forza univoca del messaggio di Rossano come destinazione turistica e Città D'arte – conclude la Flotta – presso il maggior numero di target e 365 giorni l'anno.

Dopo gli interventi degli assessori alla cultura ed al turismo Serena Flotta e Aldo ZagareSE, la relazione dello storico Francesco Filareto ed il contributo l'esperta di scienze turistiche all'Università della Calabria Tiziana Nicotera, coordinati da Lenin MONTESANTO si alterneranno in tema di valorizzazione turistica dei marcatori identitari le esperienze di alcuni comuni calabresi, con la partecipazione del Sindaco di PAOLA BasilioFERRARI, di Amendolara Antonello Ciminelli, di Cirò Mario Caruso, di Campana Agostino Chiarello e del vicesindaco di Corigliano Franco Oranges.

L'evento sarà concluso dal dialogo con Francesco Maria Provenzano, autore del libro Un viaggiatore tra borghi e città, dal centro al sud alle isole d'Italia alla scoperta di cultura, storia e tradizioni, edito daLuigi Pellegrini.

Sono 4 (da pag. 169 a pag. 172) le pagine interamente dedicate dall'autore a Rossano, soffermandosi su alcuni dei suoi principali marcatori identitari. Su tutti, il Codex Purpureus Rossanensis – Patrimonio Mondiale Unesco. Ma si fa anche riferimento ai tre patroni San Nilo, San Bartolomeo e l'Achiropita; ai quattro pontefici rossanesi: San ZOSIMO PAPA (417-418), Papa GIOVANNI VII (705-707), Papa GIOVANNI XVI (997-998), Papa URBANO VII (1590); alla circostanza che Rossano è stata due volte Capitale (riferimento orientale e occidentale) nell'arco di 31 anni nel X Secolo: sede dello Stratigòs Bizantino (951-981) e sede dell'Imperatore del Sacro Romano Impero italo-tedesco (981-982) ed agli oratori di San Marco, del Pilerio e della Panaghia, testimonianza della forte traccia bizantina.

Nel libro, Provenzano propone un percorso storico e culturale, un viaggio suggestivo, molto spesso non facile:luoghi, borghi e città da un fascino straordinario. Un itinerario emozionale alla scoperta delle nostre debolezze, delle nostre capacità e di luoghi a molti di sconosciuti. Un percorso che superi l'antico e affermi il nuovo, alla scoperta di paesaggi e luoghi affascinanti, interessanti e ricchi di memorie culturali e storiche. - (Fonte: Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying )