Cosenza
 

Castrovillari (Cs): gestione impianti sportivi: al via sedute per apertura offerte

Sono state avviate le sedute pubbliche per la verifica della documentazione amministrativa riguardo l'affidamento della gestione, in concessione, degli impianti sportivi comunali , ubicati nel Comune di Castrovillari.
Il bando concerne 6 strutture e l'offerta che viene inoltrata può interessare solo la conduzione di una da parte di chi presenta richiesta.
L'avviso prevede : 1) il Campo Sportivo presso Polisportivo Comunale I Maggio costituito da campo di calcio, con annessi spogliatoi, campo di calcio a 5 da ristrutturare a carico del concessionario relativamente al tappeto di gioco; 2) il Campo di calcio a 5 di Via Europa da ristrutturare tramite manutenzione straordinaria; 3) il Campo di calcio a 5 di C.da Porcione da ristrutturare tramite manutenzione straordinaria; 4) il Campo di calcio a 5 di contrada Cammarata da ristrutturare tramite manutenzione straordinaria; 5) il Parco giochi comunale con all'interno campo da basket e servizi ivi presenti e 6) la Palestra presso Polisportivo Comunale I Maggio, n. 2 campetti polivalenti scoperti (tennis, basket/volley) e pista di atletica leggera.
La concessione avrà la durata di tre anni con decorrenza dalla data di sottoscrizione della convenzione e l'affidatario, qualora nel corso della custodia proponga specifici investimenti volti al miglioramento strutturale e funzionale degli impianti medesimi e delle strutture ad essi correlate, può richiedere un'eventuale rinnovo per un eguale periodo.
L'assegnazione comporta, naturalmente, l'utilizzazione diretta, la gestione dei servizi e aree annesse, le utenze, la manutenzione ordinaria, la custodia e sorveglianza dell'impianto concesso, con oneri a carico dell'affidatario, secondo le modalità contenute nello schema di convenzione allegata.

"Come Amministrazione comunale- precisa il Sindaco, Domenico Lo Polito, che è anche Assessore allo Sport- avevamo già espresso, sin dal nostro insediamento, che era nostro intendimento far gestire le suddette strutture da associazioni sportive o società di gestione impianti (e, limitatamente al parco giochi comunale, considerato la promiscuità delle attrazioni, anche cooperative con prevalenza di giovani sino a 29 anni,) che operano sul territorio, convinti che tali implicazioni avrebbero innescato ulteriori azioni virtuose tra quanti sono impegnati, dediti e profondono la propria passione per lo sviluppo delle attività di moto e dello sport promozionale, che significa al contempo garantire il miglioramento qualitativo di quella realtà agonistica ad alto livello che più è seguita e conosciuta, e che non può fare a meno di impianti per crescere."