Catanzaro
 

Catanzaro, l’assessore Longo: “Da una settimana manca l’acqua a viale Isonzo e Sorical non risponde. Pronto ad affiancare iniziative di protesta dei residenti”

"È da una settimana che i residenti di viale Isonzo mi segnalano gravi criticità nell'erogazione dell'acqua potabile nella zona. Dopo tutta una serie di verifiche messe tempestivamente in atto dai tecnici dell'ufficio Acquedotti del Comune, non posso far altro che sottolineare come la situazione, sulla quale sembrano emergere in modo chiaro le responsabilità di Sorical, società che gestisce gli impianti idrici per conto della Regione". Lo dichiara l'assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Catanzaro, Franco Longo, il quale aggiunge: "Le verifiche eseguite dal Comune, infatti, hanno evidenziato una continua carenza di approvvigionamento del serbatoio di propria competenza di Corvo, che serve proprio l'area di viale Isonzo tramite una condotta di alimentazione della Sorical.

"Va evidenziato, inoltre, che il controllo sui serbatoi di diretta pertinenza di Sorical - afferma Longo - risulta molto carente. Per questo motivo, condivido in pieno le preoccupazioni, la rabbia e le possibili iniziative di protesta annunciate dai residenti di viale Isonzo. Non è possibile, infatti, che tutti gli sforzi che l'amministrazione comunale finalizzate a migliorare la qualità della vita nel quartiere, a partire dalla creazione di una task force per la pulizia e la bonifica voluta proprio dal sindaco Abramo, vengano vanificate, come in questo caso, dall'inerzia di enti indipendenti dal Comune qual è la Sorical. Se la società continuerà a fare orecchie da mercante a tutte le segnalazioni presentate da Palazzo De Nobili, che non fa altro che riportare le denunce dei residenti, sarò io stesso in prima fila a sostenere le proteste. Qualcuno mi ha detto che è disposto a bloccare la strada che bypassa viale Isonzo: bene, se non dovessero esserci risposte, e la situazione continuerà a essere così critica, - conclude l'assessore - parteciperò io stesso al blocco dei residenti".