Catanzaro
 

Coravirus, Sileri in Calabria: “Priorità a tamponi e dispositivi di sicurezza, resistiamo fino a vaccino”

"Una cosa e' certa: la battaglia verra' vinta, si tratta, pero', di resistere e convivere con il virus per un periodo di tempo finche' non avremo il vaccino". L'ha dichiarato il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ai giornalisti a Catanzaro, prima tappa della sua visita in Calabria per fare il punto sulla situazione con riferimento all'emergenza coronavirus. "Le misure di contenimento sono gia' state prolungate fino a dopo Pasqua, in questo momento e' prematuro dire se si andra' oltre, perche' va visto l'andamento epidemiologico", ha detto Sileri, rispondendo alle domande su un ulteriore prolungamento delle restrizioni. "Pero', i risultati che abbiamo mostrano che vi e' un calo dei contagi, soprattutto dei contagi piu' gravi, quelli che richiedono l'ospedalizzazione".

"E' chiaro - ha proseguito Sileri- che la gran parte del materiale e' stato dirottato al Nord, dove c'e' stata, a differenza del Centro-Sud, un'ondata spaventosa e quindi capite come la necessita' li' sia davvero immediata. Certamente - ha sostenuto il viceministro della Salute - le cose piu' importanti nell'immediato devono essere anzitutto i tamponi: l'ondata nel Centro-Sud non e' avvenuta come nel Nord, questo grazie alle misure di contenimento e di distanza che non hanno consentito la diffusione, ma qui credo che nell'immediato servano dispositivi per proteggere coloro che lavoranosantellisilerisoprattutto a livello sanitario, e tamponi per verificare i contagi, e poi - ha rilevato Sileri - e' chiaro che servono i respiratori e il tutto il resto. Nell'immediatezza, comunque, proteggere gli operatori e i lavoratori e' essenziale". Ai giornalisti che gli hanno chiesto se la sanita' in Calabria, oggi commissariata, tornera' in capo alla Regione, Sileri ha risposto: "In questo momento dobbiamo vincere la battaglia contro il Coronavirus. Serve maggior dialogo e coesione. I nodi vengono al pettine e devono essere sciolti e rimossi. Io sono qui - ha specificato il viceministro - per capire come possiamo ulteriormente migliorarci, dopo di che, in merito a sentenze e al resto, io credo che in questo momento bisogna sconfiggere questo nemico invisibili tutti insieme e cerchiamo di aiutare la Calabria e i calabresi migliorando le cose che non vanno, tipo carenza di tamponi, problemi con le Rsa, i percorsi. I problemi della sanita' in Calabria sono preesistenti, lo sappiamo, e' inutile nascondersi, ma - ha sostenuto Sileri - questo e' il momento, e' l'occasione, nel dramma, per rafforzare nell'immediato molte delle cose che non vanno".

"Non e' un sopralluogo, e' semplicemente un essere presenti per capire cio' che viene fatto, ascoltare le necessita' per riportarle al centro, a Roma, per cercare di migliorare quello che dev'essere migliorato nell'emergenza". Precisa il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri. "La mia visita - ha proseguito - e' proprio per ascoltare direttamente quelle che sono le necessita'. Ora vengono pubblicate on line le forniture, le carenze che ci sono state in tutt'Italia, non solo in Calabria".

"Sicuramente non deve ripetersi una situazione del genere". Ha aggiunto Sileri con riferimento alla vicenda della Rsa di Chiaravalle Centrale, diventata un "focolaio" di coronavirus in Calabria e finita al centro di numerose polemiche: finora, sono 8 gli anziani ospiti della Rsa vittime del Covid-19. "Della vicenda di Chiaravalle - ha specificato - con il commissario Cotticelli. E' stato gestito il trasferimento degli infetti, so che il commissario sta gia' facendo anche una verifica. E' scoppiato un caso, ma dal caso bisogna proseguire e controllare tutte le situazioni affinche' non si ripeta piu' una situazione del genere. Immagino che ci saranno le indagini, anzitutto di chi si occupa della sanita' e poi ci saranno anche indagini della Procura e questo lo lasciamo alle loro valutazioni. Sicuramente - ha concluso il viceministro della Salute - non deve ripetersi una situazione del genere".

"Ringrazio il viceministro Pierpaolo Sileri per la visita in Calabria in questo delicato momento" è quanto dichiara Jole Santelli, presidente della Regione Calabria a margine dell'incontro tenutosi stamani presso la Cittadella regionale al quale ha partecipato anche il commissario ad acta, Saverio Cotticelli. "Una visita che è servita a fare il punto sull'emergenza sanitaria che la nostra regione sta vivendo".

"Sileri si è detto soddisfatto di quanto si sta facendo al "Pugliese-Ciaccio", dove si è recato personalmente, e di quanto emerso dall'incontro con i Commissari delle Asp e delle AO – prosegue il presidente Santelli -. Particolare apprezzamento è stato espresso anche per il clima di collaborazione e di squadra che ha riscontrato in Regione in merito a questo delicato tema.

Il viceministro Sileri ha poi assicurato vicinanza da parte del Governo al nostro territorio affinché, grazie al contributo di tutte le istituzioni, si possa affrontare al meglio questo momento di emergenza" conclude il presidente della Regione Calabria.