Catanzaro
 

Catanzaro, buoni spesa: Abramo presiede riunione in video conferenza con Sculco, Camera commercio e associazioni di categoria

Nel corso di una riunione in video conferenza il sindaco Sergio Abramo, affiancato dall'assessore alle Attività economiche, Alessio Sculco, e dal dirigente del settore Politiche sociali, Saverio Molica, ha illustrato al presidente della Camera di commercio, Daniele Rossi, e ai rappresenti delle associazioni di categoria del commercio, il piano operativo stilato dall'amministrazione con il settore Politiche sociali (in collaborazione con il Terzo settore e la Curia). Il piano è stato anche concertato con le stesse associazioni di categoria del commercio e con il presidente dell'ente camerale.

In particolare, i buoni spesa verranno distribuiti a una specifica graduatoria di aventi diritto. Per compilare l'elenco degli aventi diritto, vale a dire chi non percepisce alcuna forma di reddito o sussidio da parte dello Stato (quindi sono esclusi i cittadini che già percepiscono il reddito di cittadinanza e possessori di una partita Iva, questi ultimi potranno fare richiesta all'Inps del contributo dedicato da 600 euro), il Comune confronterà i dati del settore Politiche sociali con gli elenchi delle famiglie e delle persone bisognose che riceverà da parrocchie, associazioni del Terzo settore, associazioni di categoria del commercio, oppure tramite la compilazione dell'apposito modulo che verrà pubblicato sul sito del Comune (il modulo verrà inviato a una mail riservata allo scopo).

"Le verifiche fra le segnalazioni della rete territoriale composta da parrocchie e associazioni e i dati certificati dal settore comunale delle Politiche sociali sono quanto mai doverose per evitare che, negli elenchi, si inserisca qualche "furbetto", ha sottolineato Abramo.

I buoni spesa verranno erogati una volta stilato l'elenco degli aventi diritto (che dovranno firmare apposita autocertificazione).

"Le risorse economiche ricevute dal Governo non sono tantissime e non possono essere disperse, ma rappresentano comunque un ausilio vero e concreto per chi rischia di restare senza niente sul tavolo", ha concluso il primo cittadino, "il Comune, confrontandosi con tutti gli attori, istituzionali e non, impegnati sul territorio, ha individuato delle linee guida ben precise che rispettano la trasparenza e perseguono l'obiettivo di dare risposta alla gente che queste risposte le attende in fretta".

Verrà anche predisposto un elenco delle attività commerciali che vorranno percepire i buoni spesa.