Catanzaro
 

Catanzaro, l’au Margiotta replica a Cardamone: “Nessuna forzatura da parte dell’Amc su contratti dipendenti”

"Nessuna soluzione proposta in maniera arbitraria o forzatura da parte dell'Amc". L'amministratore unico dell'azienda municipalizzata che gestisce la mobilità pubblica, Giorgio Margiotta, tiene a fare "un'importante precisazione" dopo la nota stampa diramata dall'assessore alla Cultura, nonché coordinatore cittadino di Forza Italia Catanzaro, Ivan Cardamone.

"Mi meraviglia – afferma Margiotta - che un componente della giunta comunale, per di più esperto come Ivan Cardamone, non sia al corrente del fatto che ogni programma relativo all'Amc debba e viene concertato con il sindaco Sergio Abramo, anche nella sua qualità di assessore alle Partecipate. Il primo cittadino, inoltre, sulle stesse tematiche, ha sempre coinvolto i sindacati e i capigruppo consiliari proprio perché le scelte venissero condivise, nella maniera più ampia possibile, dalle parti sociali e dalla politica. Convergenze e concertazione sono le linee guida dell'azione del management aziendale e dell'amministrazione comunale".

"D'intesa con il sindaco – aggiunge l'amministratore unico - che ha sempre seguito da vicino la situazione ed è sempre stato uno stimolo costante perché si trovasse una soluzione, è stata individuata una via d'uscita, anche se parziale, che verrà presentata dallo stesso sindaco prossimamente. Nessuna scelta furba, quindi, o volontà di creare canali privilegiati ma sarà il primo cittadino ad illustrate la possibile linea d'azione."