Catanzaro
 

Regionali, Salvini a Catanzaro: "Pd e Callipo domenica avranno risposta più bella"

Salvinicatanzaro"I signori del Pd e il signor Callipo, piu' che offrire una loro idea di Calabria, hanno passato questi mesi a insultare me, a Lega e i calabresi, e domenica avranno la risposta piu' bella". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, nel corso di un comizio a Catanzaro per la chiusura della campagna elettorale del suo partito per le Regionali. "Anche stamattina - ha rilevato Salvini - c'era a Serra San Bruno una marea di gente. E sullo sfondo invece quelli di sinistra, che avevano come alternativa un'ora e mezza a urlare 'vaffanculo'. Ma anche una costanza notevole, eh. Poi, dev'essere anche frustrante: c'era uno che diceva 'Serra San Bruno non si lega', la' erano in 30, in piazza erano 500. Probabilmente quelli fuori posto e fuori luogo erano quelli che come unica risposta hanno l'insulto, la minaccia, il dito medio. D'altronde - ha concluso il segretario della Lega - ho visto che anche i signori del Pd e il signor Callipo piu' che offrire una loro idea di Calabria hanno passato questi mesi a insultare me, a Lega e i calabresi, e domenica avranno la risposta piu' bella". 

"Abbiamo quindi - ha rimarcato il segretario della Lega - un'enorme responsabilita', e voglio condividerla con voi perche' non voglio un futuro di fuga. Perche' a sinistra quei geni lo risolvono cosi': 'cosa vuoi che sia, che problema c'e', scappano da Catanzaro, da Reggio a Cosenza? Portiamo immigrati che si mettono al posto dei calabresi a fare i lavoratori sottopagati nei campi, nelle fabbriche...'. Teniamoli qua i ragazzi e le ragazze calabresi, qui ho trovato gente bella, gente sana, gente che fa proposte". Pero', io sono gia' proiettato con la testa a lunedi' in avanti: dovremo mandare in Giunta donne e uomini in gamba, onesti, competenti, liberi, nuovi". Secondo Salvini "da lunedi' le polemiche hanno spazio zero e si comincera' a lavorare, e qua di lavoro ce n'e' da fare, sulla sanita', sul piano rifiuti, sulla valorizzazione delle spiagge, sulla difesa dell'agricoltura, dell'olio di oliva. Abbiamo gia' le idee chiare di che cosa la Lega si dovra' occupare e su alcuni temi, penso all'agricoltura, alla pesca, al turismo, alla sanita', alla disabilita', porremo enorme attenzione. Sicuramente- ha concluso il segretario della Lega - il fatto che non ci fosse un assessore all'agricoltura e al turismo, per una regione che di agricoltura e turismo dovrebbe fare la sua miniera d'oro, e' stata una scelta quantomeno sbagliata di chi ci ha preceduto". (AGI)