Catanzaro
 

La due giorni di Salvini in Calabria parte da Lamezia. Nell’altra piazza il sit-in anti-Lega

lega contestazione"Mai con Salvini, Lamezia non si lega". E' questo lo slogan con cui un centinaio di manifestanti ha avviato, a Lamezia Terme, un sit-in per contestare la presenza in citta' del leader della Lega, Matteo Salvini, per un comizio elettorale in vista delle Regionali.
Il presidio, organizzato da un gruppo nato sui social, si sta svolgengo distante poche centinaia di metri dal luogo in cui Salvini terra' il suo comizio. I contestatori del leader della Lega hanno anche esposto una decina di striscioni contro la Lega, accusata di volere "solo colonizzare la Calabria" e di "dimenticare un passato di insulti nei confronti dei meridionali".

I manifestanti, che hanno esposto alcuni striscioni con la scritta "Terrone leghista = traditore corrotto" e "Lamezia non si Lega", hanno scandito slogan contro la presenza del senatore leghista. L'area in cui e' in corso la manifestazione, Piazza Mercato, e' presidiata dalle forze dell'ordine.

Intanto il segretario della Lega ha pubblicato sui social un post: "Calabria, arrivo! Ci vediamo tra poco a Lamezia Terme, mentre domani sarò con voi tutto il giorno: alle 10 a Catanzaro, alle 12 a Riace (RC), alle 15.30 a Gioia Tauro, alle 17.45 a Spezzano Della Sila (CS) e alle 20.15 a Corigliano-Rossano (CS). Chi si ferma è perduto!"