Catanzaro
 

Incendio doloso in villaggio turistico nel Catanzarese, Granato (M5S): “Lo Stato ascolti e tuteli chi lavora con onestà e non si piega alla ‘ndrangheta”

«Come parlamentare e come persona sono vicina a Sergio Gaglianese, amministratore del villaggio Eucaliptus di Simeri Crichi, in provincia di Catanzaro, destinatario di pesanti intimidazioni che si aggiungono ad altre del passato, ugualmente gravi». Lo afferma, in una nota, la senatrice Bianca Laura Granato, segretaria della commissione Istruzione pubblica e Beni culturali, che aggiunge: «Mi unisco all'appello di Gaglianese, che, proprio a seguito dell'ultima ritorsione nei suoi riguardi, ha scritto una lettera, tra gli altri, ai ministri dell'Interno e della Difesa, al presidente della commissione bicamerale Antimafia, al procuratore, al prefetto e al questore di Catanzaro, lamentando che nel Villaggio turistico che gestisce il sistema 'ndranghetistico detta legge, creando danni anche economici all'intera comunità, per di più in un territorio con alto tasso di disoccupazione».

«Sono convinta – prosegue la senatrice del Movimento 5 Stelle – che il grido d'allarme di Gaglianese venga preso subito in considerazione da tutte le istituzioni interessate, proprio perché in Calabria spesso domina la legge della violenza mafiosa, che crea povertà, paura, terrore e disperazione, ed è compito dello Stato proteggere chi lavora con onestà e senza piegarsi ai poteri criminali o ai colletti bianchi». «Nelle prossime ore sentirò – conclude Granato – il presidente della commissione Antimafia, Nicola Morra, perché Gaglianese sia ascoltato e venga tutelato nel migliore dei modi».