Catanzaro
 

Catanzaro, il 30 maggio all’università “Magna Graecia” il convegno della Uil Calabria “Non chiamatelo campanile. Regionalismo differenziato, opinioni a confronto”

"Non chiamatelo campanile. Regionalismo differenziato, opinioni a confronto". Sarà questa la traccia portante dell'incontro promosso dalla Segreteria regionale della Uil Calabria che si terrà giovedì 30 maggio, a partire dalle ore 15.30, presso l'Aula P dell'Università della Magna Grecia di Catanzaro (posta al piano zero proprio sopra l'ingresso del Rettorato).

Quello dell'autonomia regionale è un tema di assoluta attualità che coinvolge anche le Organizzazioni sindacali, soprattutto quelle operanti nelle regioni del Mezzogiorno d'Italia che da questa riforma potrebbero essere colpite duramente nelle loro prospettive di sviluppo e, allo stesso tempo, vedrebbero crescere il divario già ampio con il resto del Paese.

Anche la Uil Calabria, guidata dal Segretario generale Santo Biondo, in stretto contatto con la Segreteria nazionale del sindacato, ormai da tempo, sta analizzando le ricadute dirette ed indirette che l'applicazione di questa modifica costituzionale potrebbe apportare al panorama istituzionale italiano.

Proprio per allargare questo dibattito la Uil calabrese ha scelto di organizzare un'iniziativa pubblica, moderata dal Direttore responsabile di "Ten Tv" Attilio Sabato, che vedrà allo stesso tavolo: Santo Biondo, Segretario generale della Uil Calabria; Nicola Irto, Presidente del Consiglio regionale della Calabria; Raffaele Rio, Presidente dell'istituto "Demoskopika" e Gianluca Callipo, Presidente di Anci Calabria.

Il dibattito, infine, godrà dell'apporto scientifico di Antonio Foccillo, Segretario confederale nazionale della Uil.