"Porco, maiale, stai nel tuo recinto", schiaffi ed offese a bambini: maestra arrestata nel Lametino

scuolaelementareOffese e schiaffi agli alunni di eta' compresa fra i 5 e i 7 anni, con toni molto aspri e ingiurie rivolte ai bambini durante le ore di lezione. E' accaduto, come riporta l'Agi, in una scuola primaria del comprensorio di Lamezia Terme, dove i carabinieri sono intervenuti ponendo agli arresti domiciliari una docente di 56 anni. Un caso che arriva a poche ore di distanza dalla scoperta di presunti episodi di violenza sessuale in un'altra scuola del Lametino.

L'inchiesta e' stata avviata dopo alcune segnalazioni dei genitori. Inizialmente i comportamenti della docente sono stati definiti come "scomposti", poi i racconti dei bambini hanno fatto scattare l'allarme e il dirigente scolastico, a sua volta, non ha esitato a contattare i militari dell'Arma per le verifiche del caso. E' iniziata cosi', sotto la direzione della procura di Lamezia Terme, l'attivita' di videosorveglianza delle aule in cui insegnava la maestra, che ha permesso di documentare gravi indizi di colpevolezza nei confronti della stessa ritenuta responsabile di maltrattamenti in danno di minori. Dalla visione e dall'ascolto dei filmati captati, infatti, e' emerso l'abituale atteggiamento della docente; la donna utilizzava un sistema di correzione delle condotte dei piccoli alunni caratterizzato da espressioni di violenza verbale, spesso accompagnate da gesti di violenza fisica. Prima uno schiaffo, poi un secondo "smettila di urlare che ti faccio il muso a sangue". I carabinieri, dice l'Agi", hanno registrato numerosi episodi in cui l'insegnante, oltre ad adottare reiteratamente mezzi di correzione fisica, quotidianamente si lasciava andare ad espressioni gratuitamente denigratorie nei confronti dei piccoli a lei affidati. "Porco maiale sono stanca, dovete stare divisi, ognuno nel suo recinto ", sono alcune delle parole intercettate. Il quadro definitivo che si e' delineato, evidenziano gli investigatori, ritrae un metodo di insegnamento nell'ambito del quale trovano sistematicamente posto minacce, ingiurie e violenze, alcune assolutamente al di fuori di qualsivoglia sistema di correzione, educazione o disciplina tenuto conto anche della tenera eta' dei fanciulli.

"Basta con queste odiose violenze.Grazie alla Lega presto telecamere in asili e case di riposo, per difendere bimbi, anziani e disabili". Lo scrive su Twitter il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, in merito all'arresto di un'insegnante di una scuola primaria del Lametino per maltrattamenti su minori.

Creato Sabato, 25 Maggio 2019 12:19