Catanzaro
 

Catanzaro, Comune: "Certificazione raccolta differenziata, nessuna omissione"

"Nessuna omissione da parte del Comune di Catanzaro in merito alla scheda per la quantificazione dei rifiuti urbani e rifiuti differenziati da trasmettere al Catasto regionale rifiuti presso l'Arpacal". Lo precisa il dirigente del settore igiene ambientale di Palazzo de Nobili, Bruno Gualtieri.

"La Regione Calabria – prosegue - con una lettera inviata dal dirigente generale del Dipartimento Ambiente ai Comuni e per conoscenza anche alla stessa Arpacal, ha comunicato che il nuovo modello della dichiarazione annuale obbligatoria dei rifiuti prodotti è stato approvato con DPCM il 24 dicembre 2018 e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il 22 febbraio 2019. Pertanto, come previsto per legge, il termine ultimo per l'invio telematico del modulo alla Camera di commercio competente - fissato in 120 giorni dalla data di pubblicazione del decreto – è slittato dal 30 aprile al 22 giugno. Nella stessa lettera è stato, quindi, sottolineato che "per l'anno in corso saranno considerate valide le trasmissioni del Mud ad Arpacal effettuate entro il 22 giugno". L'amministrazione comunale di Catanzaro - così come presumibilmente hanno valutato numerosi altri municipi calabresi - ottempererà all'obbligo di trasmissione del modulo, e dell'ulteriore documentazione necessaria, entro i termini previsti, ai fini di una completa ed esaustiva certificazione della percentuale di raccolta differenziata sul territorio".