Catanzaro
 

Si insedia la Commissione d'accesso all'Asp di Catanzaro

catanzaro aspSi e' insediata la commissione d'accesso nominata dal prefetto, Francesca Ferrandino, per la verifica di eventuali condizionamenti mafiosi nell'attivita' dell'Asp di Catanzaro, dopo che lo scorso novembre l'operazione "Quinta Bolgia" squarciò il velo su un controllo quasi totale delle cosche in alcuni settori della sanità, specialmente nell'ospedale di Lamezia Terme, portando all'arresto di 24 persone legate alla cosca Iannazzo-Cannizzaro-Daponte di Lamezia Terme.

La commissione, nominata dal prefetto su delega del ministro dell'Interno, dovra' predisporre una relazione sull'attivita' amministrativa dell'ente in base alla quale potra' essere deciso il commissariamento dell'azienda. Fra le persone coinvolte nell'operazione, l'ex sottosegretario e parlamentare Giuseppe Galati, finito ai domiciliari e poi scarcerato con il divieto di dimora in Calabria.