Catanzaro
 

Catanzaro, Riccio: “Fondi disponibili per manutenzione scuole comunali non ancora spesi, la sicurezza dei bambini deve essere una priorità”

"Se il recente crollo di una parte del cornicione di una finestra del plesso Campanella dell'Istituto comprensivo "Mater Domini" ci lascia perplessi e sconcertati, restiamo basiti nell'apprendere che il Comune avrebbe eseguito durante l'estate gli interventi di manutenzione ordinaria negli edifici di sua competenza in base alle risorse disponibili. Non è una risposta veritiera, perché tali fondi sono legati a quanto varato nell'assestamento di bilancio con la delibera di giunta n. 337 del 2018 che, ai capitoli 22340 (scuole elementari), 23360 (scuole medie inferiori) e 21560 (scuole materne), assegna 281mila euro. La domanda sorge spontanea: di queste risorse, ad oggi, e soprattutto durante i mesi estivi con le scuole chiuse, l'amministrazione comunale quanto ha speso per la manutenzione e per mettere in sicurezza gli edifici di pertinenza? Risposta: zero. Nessun intervento è stato programmato e finanziato perché è evidente che nessun lavoro è stato ancora effettuato. A ciò si aggiunge l'ignavia conclamata di una certa burocrazia, assente e incompetente a tal punto da non stabilire quale priorità assoluta dei propri uffici la manutenzione e la messa in sicurezza delle scuole anche laddove ci sono le risorse. Come dire, incapaci anche a spendere... Personalmente ribadisco un concetto molto semplice, ovvero che le scuole che frequentano i nostri figli devono essere una priorità assoluta di ogni amministrazione comunale. I nostri figli hanno il diritto di frequentare scuole sicure e dignitose. Analogo principio non dovrebbe applicarsi a quei dirigenti e funzionari comunali che, per palese incapacità e incompetenza, non meriterebbero di frequentare i palazzi comunali".