Catanzaro
 

Comuni, Callipo: "Sindaci lasciati soli in battaglie quotidiane"

"Anci vuole accendere i riflettori sulla solitudine dei sindaci, gravati da enormi responsabilità e lasciati a rappresentare lo Stato con armi spuntate". Lo afferma il presidente di Anci Calabria Gianluca Callipo, che ha scritto una lettera aperta, è scritto in una nota, "nel tentativo di sollecitare a tutti i livelli istituzionali il confronto sulle enormi difficoltà che devono affrontare i sindaci calabresi; un'iniziativa che prende spunto dalle recenti dimissioni, a poche settimane dalla loro elezione, dei primi cittadini di Nocera Terinese e Mileto". "Temo - scrive Callipo - che non siamo di fronte ad eccezioni, perché per quanto questi possano sembrare casi limite, è in crescita il numero di colleghi che nutrono sentimenti di sconforto e paventano l'abbandono di un ruolo che sottopone sempre più spesso chi lo svolge a sentirsi unico e debole bersaglio. Uomini e donne spesso soli nella loro battaglia quotidiana, guardati con sospetto anche da altri pezzi dello Stato". L'obiettivo di Callipo, prosegue la nota, "è stimolare il dibattito su questo tema e, in particolare, sulla limitata autonomia dei Comuni, fino a giungere nelle prossime settimane a un appuntamento pubblico di respiro regionale che sintetizzi le istanze dei sindaci e possa riportare al centro dell'agenda politica e istituzionale la creazione di strumenti legislativi in grado di rafforzare e valorizzare l'autonomia degli Enti locali".