Catanzaro
 

Piccioni (Lamezia Insieme): “Nonostante miei appelli ritardi e assenza di programmazione per la stagione estiva”

"Siamo ormai a metà del mese di luglio e dobbiamo purtroppo constatare che, nonostante gli appelli rivolti ben tre mesi fa alla commissione straordinaria, tutta la zona mare della nostra città si presenta oggi in pessime condizioni.

Si tocca con mano la situazione di abbandono e incuria, denunciata tra l'altro nei giorni scorsi dagli stessi residenti, in località Marinella dove in particolare sulla strada di accesso al lungomare le erbacce ai bordi delle strade e l'asfalto disastrato la fanno da padrone. All'ottimo spirito di iniziativa dei locali e dei lidi che cercano di animare le serate estive sul litorale lametino, si contrappongono i ritardi e l'assenza di programmazione da parte di questo amministrazione che ha avuto tutto il tempo per intervenire su questa zona prima dell'avvio della stagione estiva. E non lo ha fatto. Situazione simile nella zona di Ginepri dove, a parte la meritoria attività volontaria svolta ormai da anni dai cittadini dal comitato, non vi è stato alcun intervento da parte dell'amministrazione per quanto riguarda la manutenzione dell'area, con un tratto di lungomare abbandonato a se stesso ormai a tre anni dal suo completamento.

Ritardi e totale assenza di programmazione, nonostante gli appelli fatti addirittura all'inizio della primavera, che oggi fanno sì che il litorale lametino si presenti con un pessimo biglietto da visita ai cittadini e ai turisti. Non entriamo in questa sede nel merito di un altro tema importante, ma è evidente che il clima che si respira ormai da qualche mese sul fronte degli eventi e della manifestazioni ha scoraggiato chiunque avesse voluto programmare attività ed iniziative sui due lungomari durante questa stagione estiva.

Sul bando per le attività estive, apprezziamo la scelta di incoraggiare colonie estive, soggiorni per anziani e soprattutto di mettere a disposizione delle organizzazioni del settore le carrozzine Job del Comune per consentire alle persone con disabilità di raggiungere agevolmente la spiaggia e l'acqua e il materiale per allestire postazioni permanenti, venendo incontro così alle organizzazioni e soprattutto alle persone che usufruiranno del servizio. Rispetto a un tema che per noi è tra le priorità imprescindibili dell'agenda politica per la città, cogliamo questa scelta come un segnale positivo verso il mondo della disabilità e in generale verso il mondo del sociale. Al tempo stesso, anche in questo caso, non possiamo però che constatare amaramente che il bando è stato pubblicato con un ritardo inconcepibile. Addirittura dopo la prima settimana di luglio. Per capirci: il bando per le attività estive viene emanato ad estate già inoltrata. Con inevitabili difficoltà sia per le organizzazioni, che avranno pochissimo tempo per predisporre quanto necessario per presentare i progetti entro due settimane, sia per le famiglie e le persone coinvolte nelle attività. In pratica, chi aveva la possibilità di fare le vacanze solo a giugno o nella prima settimana di luglio, non potrà beneficiare di queste opportunità.Con spirito costruttivo, ci rivolgiamo ancora una volta alla commissione straordinaria perché nelle prossime settimane si attivi per rendere più accogliente e vivibile la zona mare della città. Sappiamo tutti che sicuramente nel mese di agosto ci sarà un maggior numero di turisti e di cittadini che frequenteranno il nostro litorale. Si dia un segnale che la città non è abbandonata a se stessa". Lo afferma Rosario Piccioni di Lamezia Insieme.