Catanzaro
 

Catanzaro, Abramo: "Riattivare stazione Sala"

"Il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo ha rinnovato l'invito a deputati e senatori del Movimento Cinquestelle ad istituire un tavolo di lavoro con il ministero ai Trasporti e i vertici di Rete ferroviaria italiana (Rfi) finalizzato alla riattivazione della stazione di Sala". Lo riferisce una nota dell'ufficio stampa del Comune di Catanzaro. "Sulla scorta dell'incontro, avvenuto la settimana scorsa, con le associazioni del capoluogo che puntano alla riapertura della stazione, al quale aveva partecipato anche il presidente della Camera di Commercio, Daniele Rossi, Abramo - riporta ancora il comunicato - ha sottolineato 'quanto sia indispensabile l'intervento del governo nazionale, che ha proprio in un esponente Cinquestelle come Toninelli il ministro ai Trasporti, e di Rfi per valutare la reale fattibilità economica di un intervento che dovrebbe costare più o meno 180 milioni di euro e dovrebbe essere affiancato da un piano gestionale che porti alla nuova attivazione della tratta Lido-Settingiano proprio attraverso il passaggio di Sala'".

"Il sindaco del capoluogo ha inoltre ricordato - è detto ancora nel comunicato - 'la validità delle proposte progettuali avanzate dalle associazioni per restituire funzioni a tutta l'area della stazione di Sala. L'appoggio del Comune rimane intatto anche perché il progetto non avrebbe problemi a integrarsi con il 'pendolo' e con tutto il sistema metropolitano per il quale è stato firmato con la Regione l'importante accordo di programma ad hoc. Tuttavia, il sostegno di Palazzo De Nobili non potrà avere seguito se dal Governo e dalla Regione non arriveranno sponde concrete e, soprattutto, non verrà stimolato uno studio tecnico ancora più approfondito da parte di RFI". "Ai parlamentari catanzaresi dei Cinquestelle, che hanno subito affiancato la proposta delle associazioni - ha concluso Abramo - rinnovo pertanto l'invito a concordare il prima possibile con Rfi una data utile per l'istituzione dell'apposito tavolo di lavoro. In questo modo dimostreranno con i fatti la loro attenzione alle istanze del territorio che li ha eletti e alla cittadinanza tutta".