Catanzaro
 

Caraffa (Cz). "Se la ami la cambi" attacca l'Amministrazione comunale: "Dalle parole passino ai fatti"

I consiglieri comunali Raffaele Fimiano ed Andrea Mazzei ed il movimento politico "Se la ami la cambi" hanno analizzato il Consiglio comunale relativo alla discussione sul rendiconto di gestione. Fimiano, durante il consiglio, annunciando il voto contrario del proprio gruppo, ha voluto a nome del gruppo consiliare soffermarsi sulle criticità espresse nella relazione dell'organo di revisione contabile e sul consuntivo di questi sei anni di amministrazione Sciumbata, oltre che sul confronto con i cittadini. Per quanto concerne le criticità, il gruppo "Se la ami la cambi" ha rilevato che l'organo di revisione "non ha potuto verificare che le quote accantonate per la copertura dei debiti fuori bilancio sono congrue rispetto ai debiti fuori bilancio da riconoscere alla data del 31.12.2017, che possono costruire passività potenziali probabili, in quanto non ci sono le attestazioni in merito rilasciate dai responsabili dei settori" ed ha invitato "l'ente a predisporre adeguate misure per ridurre al minimo il superamento dei termini di pagamento". Inoltre, il gruppo di opposizione si è chiesto, come già fatto con interrogazione scritta al sindaco, "cosa è stato realizzato in questi sei anni dall'Amministrazione". "Non possiamo non registrare – ha sottolineato la minoranza - l'assenza di fatto di molte tematiche comunali tra cui: il centro storico con il centro urbano; le zone agricole con le strade interpoderali; la zona industriale con le annesse attività attività". Fimiano ha confermato all'intera assise che il gruppo organizzerà "a giugno, una conferenza stampa per comunicare ai cittadini l'azione portata avanti in qualità di consiglieri comunali".. In tale ottica ha chiesto al sindaco di "fare ciò che non è stato fatto in questi sei anni: un confronto con i cittadini attraverso un incontro dove gli stessi possano domandare e l'amministrazione rispondere, azione che ormai dovrebbe rientrare nella quotidianità di una normale agire". Il movimento politico "nell'ascoltare attentamente le parole del sindaco" denuncia poi "lo stato di fatto del non realizzato". "Infatti – viene specificato - il sindaco nel suo 'comizio' di replica ha recepito la proposta di effettuare un confronto con i cittadini sull'operato fatto in questi sei anni ed ha annunciato tutto ciò che l'Amministrazione comunale sta programmando ovviamente iniziando dall'ormai noto progetto sulla 'Grassetto Costruzioni'. Come movimento politico siamo contenti che il sindaco finalmente, dopo sei anni, inizi almeno a programmare ed a confrontarsi con la cittadinanza. Si tratta di un solo passo e speriamo che prima della fine della legislatura inizino i fatti: le opere da loro programmate e realizzate". "Se la ami la cambi" auspica infine "un cambio di rotta perché dalle parole ascoltate si sentono troppi 'faremo', 'stiamo programmando', 'partiranno' e pochi 'abbiamo fatto', 'abbiamo ottenuto' e 'stiamo finendo' ".