Catanzaro
 

RSU, Cisl: “Un risultato che premia la disponibilità dei candidati”

L'esaltante risultato ottenuto negli Enti delle Funzioni Locali (Comuni, Province, Enti Regionali e Camere di Commercio), il significativo consenso conseguito negli Enti delle Funzioni Centrali (Ministeri ed Enti Pubblici non Economici), che solo per brevità di spazio non vengono citati, ma che in ugual misura hanno contribuito al raggiungimento del prezioso risultato, insieme alla schiacciante vittoria nelle Aziende Sanitarie Provinciali di Catanzaro e Crotone, dell'A.O.U. Mater Domini di Catanzaro ed A.O. Pugliese Ciaccio di Catanzaro, la triplicazione dei voti rispetto al 2015 all'Asp di Vibo Valentia, sono la tangibile dimostrazione che i lavoratori del pubblico impiego, ancora una volta, hanno scelto le donne e gli uomini candidati nelle liste della Cisl Funzione Pubblica con 5.378 voti di lista su 13.406 schede valide, 3.053 i voti della Cgil, e 2489 quelli della Uil, il resto dei voti è confluito sui vari sindacati autonomi.
Questi risultati consentono alla CISL FP Magna Graecia di aumentare, rispetto alle precedenti consultazioni, il proprio dato elettorale confermandosi come primo sindacato del settore pubblico Impiego sul proprio Territorio.
Ci lasciamo alle spalle una tornata elettorale che si è caratterizzata per l'alta percentuale dei partecipanti al voto a dimostrazione dell'importanza che riveste questo appuntamento non fosse altro per l'alto senso di democrazia partecipativa in esso contenuto.
Una vera e propria competizione elettorale che ha visto i vari soggetti sindacali misurarsi sul terreno del confronto con la netta affermazione delle organizzazioni sindacali confederali di CGIL - CISL e UIL a dimostrazione, che anche in questo strategico settore, il sindacalismo confederale, è punto di riferimento per i tanti lavoratori pubblici, ed è un segno estremamente positivo perché cancella ogni critica strumentale sulla firma dei contratti e manda un segnale forte a chi ha cercato di speculare agitando demagogia e populismo pensando di cavalcare l'onda della protesta. E' stato premiato invece chi si è presentato al voto con proposte serie, concrete, vicine ai bisogni delle persone.

La Cisl FP Magna Graecia, ancora una volta conferma e rafforza il suo dato elettorale, un risultato che premia l'impegno di un'organizzazione sindacale, presente sul territorio, che ha inteso da sempre stare accanto ai lavoratori per contribuire con il proprio apporto di idee e di proposte al miglioramento delle condizioni lavorative e all'affermazione di quella cultura sociale e solidale che la pubblica amministrazione ha il dovere di umanizzare, in special modo nelle nostre realtà locali, dove il disagio ed il bisogno hanno necessità di avere, nelle istituzioni pubbliche locali, interlocutori professionalmente preparati e adeguatamente motivati.
A questo importante risultato si è giunti grazie al lavoro di squadra dell'intero gruppo dirigente della CISL che facendo sistema è riuscito a pianificare gli interventi consentendo alla FP Magna Graecia di essere presente su ogni posto di lavoro pubblico.
Certamente la storia ed i valori della nostra organizzazione hanno rappresentato per i tanti elettori il punto di riferimento e la nostra carta di identità, ma non dobbiamo dimenticare che il vero valore aggiunto è dato dalla inestimabile presenza, nelle nostre liste, di tante donne e uomini che liberamente hanno inteso porre al servizio della nostra organizzazione il loro vissuto e le loro motivazioni raccogliendo un consenso strepitoso che oggi ci inorgoglisce ma nello stesso tempo ci riempie di maggiore responsabilità.
Passata questa democratica ed esaltante esperienza elettorale, rimangono nella loro interezza le tante questioni non risolte alle quali occorre dare risposte in quanto, giorno dopo giorno assumono contorni di incertezza (gli atavici problemi della sanità e mancato raggiungimento dei LEA, applicazione dei nuovi contratti, l'aumento dei livelli di produttività, le riforme istituzionali ed organizzative che incombono nel nostro ordinamento, l'esigenza di ammodernamento della Pubblica Amministrazione, l'efficienza e l'efficacia dei servizi, la difesa delle "persone" e del lavoro pubblico contro ogni tentativo di precarizzarlo ed indebolirlo con privatizzazioni ed esternalizzazioni, la definitiva stabilizzazione di tutto il precariato esistente, ecc.).
Questo dato elettorale, nonostante la complessità dei problemi che ci attendono, ci incoraggia ad andare avanti con la serenità di sempre ma con una più incisiva determinazione forte del consenso ricevuto per dare dignità a tutti quei lavoratori che, con il loro voto, hanno inteso premiare la nostra organizzazione e soprattutto la disponibilità dei nostri candidati.
A nome mio, della segreteria e del'intero gruppo dirigente, ringrazio tutte le lavoratrici e i lavoratori pubblici del nostro grande Territorio, e ringrazio tutti i candidati della Cisl Fp, una squadra formidabile di persone competenti, preparate e motivate che "ci ha messo la faccia". Ora inizia il lavoro vero, quello per cui abbiamo chiesto ed ottenuto il consenso dei dipendenti pubblici. Dobbiamo contribuire, con le nostre idee e le nostre proposte, a cambiare il lavoro e i servizi pubblici. Dobbiamo aprire nei posti di lavoro una stagione vera di contrattazione aziendale, di innovazione organizzativa, di valorizzazione delle professionalità dei lavoratori pubblici.