Catanzaro
 

Catanzaro, pratica regolamento sulla pubblicità: Consiglio deserto. E una parte della maggioranza non ci sta...

Catanzaro Comune 500"La nostra scelta di rispondere presente all'appello del presidente del Consiglio comunale nella seduta dell'aula programmata per oggi, e rinviata per mancanza del numero legale, è derivata da motivazioni esclusivamente politiche che, teniamo a sottolineare, non sono leggibili in nessun modo in maniera strumentale. È stato, il nostro, un atto di responsabilità nei confronti della città". Lo s legge nella dichiarazione diramata dai consiglieri comunali di "Catanzaro con Abramo", Rosario e Filippo Mancuso, Fabio Talarico ed Enrico Consolante.

"La nostra presenza in aula è stata dettata dalla volontà di manifestare disaccordo alla scelta di ritirare la pratica sull'introduzione del regolamento sulla pubblicità. Nella conferenza dei Capigruppo di maggioranza, che si è tenuta ieri pomeriggio, abbiamo dovuto prendere atto, nostro malgrado, che le spiegazioni del ritiro, inizialmente presentate come tecniche, sono di natura politica".

"Come abbiamo sempre sostenuto, sia nelle commissioni che in Conferenza dei capigruppo, siamo fermamente convinti che l'introduzione del regolamento sulla pubblicità sia una misura fondamentale per regolamentare finalmente il settore e consentire al Comune di beneficiare di un notevole indotto economico. E' utile ribadire ancora una volta l'importante valenza della pratica in questione, una delle forme di regolamentazione essenziali, in un settore che fino ad oggi ne è stato sprovvisto, per garantire nuovi e legittimi introiti al bilancio di Palazzo De Nobili.

La nostra posizione, dunque, è molto chiara, ma ciò non significa che esista una rottura all'interno della maggioranza. Il nostro agire, su pratiche come questa, è mirato esclusivamente alla salvaguardia dell'interesse collettivo e della pubblica utilità. È questa la stella polare che ci guiderà ogni qual volta verranno discusse e vagliate in Consiglio pratiche del genere".