Catanzaro
 

Celia (Fare per Catanzaro): “Cambi di casacca? Città è in mano a chi non la ama”

"Stiamo assistendo a un paradossale tentativo di restaurazione da parte di chi ha messo in ginocchio la città. Non si può pensare di continuare a prendere in giro i cittadini catanzaresi, non si possono cancellare tutto a un tratto vent'anni di malgoverno. A soli dieci mesi dalle elezioni comunali i cambi di casacca testimoniano il fatto che Catanzaro è in mano a chi non la ama, non l'ha mai amata, ma se n'è sempre servito esclusivamente per il proprio tornaconto. Questa è la vera servitù che ha subito, non di certo gli allarmismi totalmente infondati sulle strisce blu sì, strisce blu no a Lido. Le attività in centro non stanno chiudendo per le strisce blu, il nucleo storico si è spopolato negli anni perché depotenziato dal trasferimento delle attività terziarie ed è di difficile accesso perché privo di aree parcheggio e di un efficiente sistema di mobilità urbana. La verità è questa, ma c'è chi mente sapendo di mentire mentre non ha la minima intenzione di pensare a Catanzaro come una città universitaria e a vocazione turistica alzando il livello della discussione e della programmazione". Lo afferma il consigliere comunale Fabio Celia "Fare per Catanzaro".