Catanzaro
 

Girifalco (Cz), Iozzi: “Amministrazione comunale priva di risultati, Sindaco e Giunta si dimettano”

"A cancellare le speranze, i progetti e a bruciare i sogni e la possibilità di vivere un futuro nel proprio paese, ci sta pensando l'amministrazione comunale di Girifalco guidata dal sindaco Pietro Antonio Cristofaro". Lo afferma l'ex consigliere comunale di Girifalco ed ex vice presidente della Comunità montana 'Fossa del lupo' Roberto Iozzi.

"Un paese alla deriva, senza nessuna prospettiva di vita presente e futura, una classe dirigente allo sbando – aggiunge Iozzi - che non ha intrapreso nessuna azione concreta per prevenire lo spopolamento della nostra comunità a cui assistiamo giorno dopo giorno. Il malcontento aumenta in modo esponenziale, gli abitanti lamentano i tanti disservizi presenti e sotto gli occhi di tutti. Le scuole crollano, le dipendenze aumentano, l'economia è ferma, i negozi chiudono e la gente scappa non essendoci altra possibilità di vita. Non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere".

"Eppure – sottolinea l'ex consigliere comunale - le possibilità non mancano: il turismo e la cultura sono settori dalle grandi potenzialità inespresse. Attraverso la valorizzazione del territorio si potrebbero anche sfruttare le innumerevoli risorse naturali presenti e, così, creare un indotto capace di produrre ricchezza, benessere e opportunità di lavoro per tutto il comprensorio. Basti pensare ad esempio ad un adeguato sfruttamento dell'area di Monte Covello dove sono presenti dei bungalow in cemento, di proprietà comunale mai utilizzati e abbandonati all'incuria e al degrado. In tali strutture, attraverso un'apposita convenzione con le ASP, potrebbero trovare soggiorno i tanti ragazzi affetti da patologie particolari, insieme ai loro accompagnatori. Questi ragazzi potrebbero trovare giovamento dal clima mite e al contempo fresco e migliorare la loro qualità di vita".

"Si potrebbe puntare – prosegue Iozzi - allo sviluppo del mercato a km 0, all'incentivazione delle attività delle cooperative. Ma non è stato fatto nulla di tutto questo. Nessuna idea in merito allo sviluppo economico della città e del comprensorio è stata promossa da questa classe dirigente a quanto pare priva dei contenuti necessari per governare il territorio".

"Per non parlare delle politiche sociali – continua Iozzi - che esulano completamente dal modus operandi dell'attuale governance. Si potrebbe pensare, invece, alla creazione di un centro di aggregazione giovanile con spazi diurni ricreativi, educativi e culturali, diversificati per piccoli e grandi con finalità di prevenzione al disagio".

"Ma è necessario anche guardare oltre il perimetro comunale. Una Giunta che non riesce a gestire neanche l'ordinaria amministrazione - sottolinea iozzi - dovrebbe guardare ai Comuni limitrofi per cercare quelle forme di collaborazione che oggi si rendono indispensabili per garantire i servizi essenziali quali, tanto per citare un esempio, la pulizia ed il decoro urbano. Questa fu una proposta che sollevai quando ero vice presidente della Comunità Montana Fossa del Lupo e ritengo debba essere valutata ancor di più in questi periodi in cui le risorse per gli Enti comunali scarseggiano". "Di fronte a tale pochezza amministrativa e assoluta mancanza di risultati per il territorio, è necessario – conclude Iozzi - che sindaco e giunta ne prendano atto e rassegnino le dimissioni per palese incapacità di governo".