Catanzaro
 

Caso di tubercolosi in centro accoglienza Sellia Marina (Cz), Canino (AIC): "Grave ed inquietante silenzio del sindaco"

"Grave ed inquietante il silenzio del Sindaco Francesco Mauro (PD) di Sellia Marina (CZ) sui casi di tubercolosi riscontrati presso uno dei due centri di accoglienza della cittadina catanzarese, un silenzio che desta ancora piu' scalpore della notizia stessa tenuta insabbiata anche da tutti gli organi di stampa calabresi". Ad affermarlo Maurizio Canino di Azione Identitaria Calabria.

"Pare, infatti, che lo scorso venerdi (16 febbraio) si sia dovuto ricorrere al ricovero urgente con TSO per uno degli ospiti del centro che, recidivo, ha già infettato altre due persone ma, di tutto questo, nulla è trapelato (o almeno cosi' sperava la giunta PD di Sellia M.) da parte degli organi preposti ed è per questo che noi di Azione Identitaria Calabria chiediamo al sindaco di agire e rilasciare dichiarazioni veritiere sul caso richiamandolo al rispetto ed alla tutela della salute dei cittadini che rappresenta poiché sarebbe non solo vergognoso l'atteggiamento omertoso da lui assunto ma deprecabile e degno di condanna ove il rischio TBC dovesse rivelarsi fondato".