Catanzaro
 

Strategia Urbana Regionale: secondo incontro in Cittadella

Secondo importante appuntamento nel percorso di attuazione dell'Agenda urbana regionale del POR Calabria. Dopo l'istituzione del tavolo di negoziazione con i poli urbani di Catanzaro, Reggio Calabria e Cosenza-Rende oggi, alla Cittadella, prende il via il percorso di concertazione con i centri di dimensione inferiore, quali la città-porto di Gioia Tauro, Corigliano – Rossano, Crotone, Lamezia Terme e Vibo Valentia.
Un confronto tecnico-operativo, dunque, per illustrare adempimenti amministrativi e tempistica di una strategia che, con l'impegno di 85 milioni di euro del POR, si propone di promuovere lo sviluppo dei contesti urbani di riferimento con una specifica attenzione alla competitività dei sistemi produttivi, all'efficientamento energetico, ai settori dell'istruzione e della formazione, al contrasto alla povertà, al disagio abitativo e all'inclusione sociale.
A coordinare la prima riunione del tavolo è stato il presidente della Regione Mario Oliverio alla presenza dell'assessore alla Pianificazione territoriale ed urbanistica Francesco Rossi, dell'assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno e dei dirigenti dei Dipartimenti interessati, con particolare coinvolgimento del Dipartimento Programmazione, rappresentato dai dirigenti di settore Paola Rizzo e Tommaso Calabrò.
È proprio nel modello di governance dell'Agenda urbana, fondato su una dinamica partecipativa di co-progettazione degli interventi, che risiede il reale valore aggiunto della strategia. "Dobbiamo immaginare un'idea di città – ha dichiarato il Presidente della Regione Mario Oliverio – e orientare gli investimenti in quella direzione, anche andando oltre alle risorse attualmente disponibili. Con l'Agenda urbana cominciamo a costruire i primi tasselli di un puzzle che deve avere una portata più ampia per disegnare il futuro di questi contesti urbani. È un'occasione importante quella che ci offre questa strategia sia nel metodo che nelle risorse, dobbiamo adesso seguire tempi e procedure stringenti per dare immediata esecutività a questo strumento".
Anche l'assessore Rossi, in apertura dei lavori, ha sottolineato l'importanza della sfida che coinvolge i centri urbani, chiamati a disegnare un percorso di crescita, definito in relazione al quadro delle risorse disponibili, che sia il più possibile complementare ed armonico con gli altri strumenti a disposizione. "Allochiamo con questo percorso – ha affermato Rossi – le risorse del Por ma dobbiamo ragionare sullo sviluppo complessivo di questi centri urbani immaginando di trovare, strada facendo, altre fonti di finanziamento".
Il dirigente di settore del Dipartimento Programmazione Rizzo ha offerto, poi, una panoramica su riparto finanziario, governance e scadenze. Al termine del processo di concertazione negoziale, ha spiegato, anche le città di Gioia Tauro, Corigliano – Rossano, Crotone, Lamezia Terme e Vibo Valentia, dovranno presentare la propria proposta di strategia a seguito di confronti operativi e adeguata assistenza tecnica da parte della Regione. Con delibera di giunta si procederà, entro il primo trimestre, all'approvazione del finanziamento e all'assegnazione delle risorse. Nel mese di luglio dovrà avvenire la selezione e la definizione delle schede delle operazioni a valere su FESR e FSE e la sottoscrizione degli accordi per la realizzazione degli interventi.

Il dirigente del Dipartimento Programmazione Calabrò, a sua volta, ha sottolineato come l'istituzione del tavolo di negoziazione, al quale partecipano tutti di dirigenti generali dei settori coinvolti dall'Agenda Urbana, favorisca "l'immediata esecutività e le operazioni di finanziamento oltre ad offrire un indirizzo strategico che consente di proiettare le città nei prossimi 20 anni" .
A seguire hanno preso la parola i sindaci, accompagnati dai tecnici delle rispettive amministrazioni, che hanno manifestato apprezzamento per la metodologia di confronto e hanno aperto un proficuo scambio informativo sullo stato dell'arte delle ipotesi progettuali e sulle specifiche visioni e traiettorie di sviluppo. Il Presidente Oliverio ha poi riservato, a margine, alcune riflessioni sia sul contesto urbano di Gioia Tauro, per il quale sono previsti importanti finanziamenti nell'ambito dell'istituzione della Zes, e su Rossano-Corigliano, la cui fusione è imminente: "L'Agenda urbana rappresenta un'opportunità importante per rafforzare i processi in atto e mettere ordine su quanto già programmato". Particolare attenzione, poi, anche alle realtà in stato di commissariamento affinché non perdano la significativa occasione di sviluppo offerta dall'Agenda urbana.
Già dalla prossima settimana sono state calendarizzate le prime riunioni tecniche con i rappresentanti delle aree urbane e dell'amministrazione regionale.