Catanzaro
 

Libri, l'autore lametino Antonio Pagliuso ospite della terza edizione del Festival Indipendente di Cinema Breve “Via dei Corti”

Appuntamento al di là dello Stretto per Antonio Pagliuso e il giallo "Gli occhi neri che non guardo più" (Talos edizioni). L'autore lametino sarà ospite della terza edizione del Festival Indipendente di Cinema Breve "Via dei Corti" in programma a Gravina di Catania (CT) dal 13 al 17 dicembre 2017. Pagliuso presenterà il suo romanzo di esordio giovedì 14 dicembre alle ore 9.00, all'interno della sezione "Campus" interamente dedicata ai giovani autori. L'incontro, coordinato da Diana Anastasi, avrà luogo al teatro Angelo Musco del comune situato alle pendici dell'Etna.

"Gli occhi neri che non guardo più" è una miscellanea dei generi giallo e poliziesco. La storia romanzata dall'autore è basata su una vicenda realmente accaduta e risalente agli albori del XX secolo, un episodio di cronaca nera italiana, efferato, controverso e dimenticato nella storia della criminologia del paese. "Gli occhi neri che non guardo più" è il primo caso dell'ispettore Ettore Melis.

La trama di "Gli occhi neri che non guardo più":

Primavera 1957. Il silenzio della notte e le flebili luci del porto di Genova vengono sconvolte dal ritrovamento di una valigia che galleggia a pelo d'acqua. Al suo interno il cadavere orribilmente smembrato di una donna. Le autorità liguri brancolano nel buio e il corpo rimarrà senza un nome fin quando, tempo dopo, a Milano una misteriosa lettera non stuzzica l'acume e la voglia di rivalsa dell'ispettore Ettore Melis. Un palazzo di periferia come tanti, dei personaggi enigmatici, una serie di eventi più o meno fortuiti e due episodi separati ma legati l'un l'altro da un sottile nodo che l'ispettore Melis dovrà cercare di intercettare e dirimere.

L'autore:

Antonio Pagliuso è nato a Lamezia Terme (CZ) nel 1990. Appassionato di libri e viaggi, Pagliuso si occupa di editoria e collabora per alcune testate online di libri, cultura e spettacoli. "Gli occhi neri che non guardo più" segna il suo esordio letterario.