Catanzaro
 

Catanzaro, a Palazzo De Nobili la Giornata della trasparenza

Il diritto all'accesso civico generalizzato, ovvero, la possibilità di accedere a dati, documenti e informazioni detenuti dalle pubbliche amministrazioni ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria previsti dal d. lgs. n. 33/2013, è stato il tema della giornata della Trasparenza del Comune di Catanzaro, svoltasi nella sala concerti del palazzo municipale. . L'incontro con gli stakeholders interni ed esterni dell'amministrazione, organizzato dalla segretaria generale, Vincenzina Sica, con la collaborazione del suo ufficio di staff composto dalla Maria Sergi e da Giampiero Cortese, si inserisce nelle attività di prevenzione della corruzione ed è rivolto alla promozione di quello che viene percepito come il principale strumento di contrasto della corruzione e dell'illegalità: la trasparenza. Hanno partecipato all'incontro oltre a dirigenti e dipendenti dell'amministrazione e delle società partecipate dell'ente di palazzo de Nobili, anche i rappresentanti di Adiconsum, Casa del Consumatore e di Libera Catanzaro. La brillante relazione tenuta dal presidente del nucleo di valutazione del comune, Arturo Bianco, è stato incentrata su il Foia (Freedom of Information Act), il nuovo istituto di accesso civico generalizzato, introdotto dal decreto legislativo n. 97 del 2016 e fa parte integrante del processo di riforma della Pa. L'accesso civico generalizzato, infatti, riconosce a chiunque il diritto di entrare nei dati, alle informazioni e ai documenti posseduti dalle pubbliche amministrazioni, se questo non compromette altri interessi pubblici o privati rilevanti, stabiliti dalla legge. Strumento di "controllo sociale" o, come ha preferito definirlo il rappresentante di Libera Catanzaro, strumento di "partecipazione attiva", il Foia si propone l'obiettivo di favorire una maggiore trasparenza nel rapporto tra le istituzioni e la società civile. L'occasione è stata, dunque, utile ai partecipanti, portatori di interesse collettivi, per discutere sulla portata innovativa dell'accesso civico generalizzato e per approfondire le conoscenze sulle modalità di esercizio di questo nuovo diritto. Oltre che sui casi di preclusione previsti dalla legge.