Catanzaro
 

Cgil Catanzaro-Lamezia: "Il 16 novembre in piazza, ecco cosa chiederemo"

"La partecipazione di lavoratori,pensionati, precari, studenti e cittadini della città di Catanzaro e dell'intero territorio provinciale alla Manifestazione indetta da Cgil e Uil Calabria per il prossimo 16 Novembre sarà molto consistente.
Partiranno dai diversi comuni del territorio:
Petronà – Sersale – Botricello – Sellia Marina – Chiaravalle Centrale – Borgia – Guardavalle – Santa Caterina – Badolato – Davoli – Soverato – Lamezia Terme – Falerna – Girifalco – Guardavalle – Decollatura – San Pietro Apostolo – Tiriolo
oltre 20 pullman che giungeranno alla Cittadella attrezzati di bandiere e striscioni per rendere la manifestazione vivace e colorata.
Con la manifestazione del 16 intendiamo sollecitare al Governo regionale l'utilizzo adeguato delle risorse del Por Calabria FESR e FSE 2014/2020 che registrano su oltre 721 milioni di € previsti avanzamenti finanziari per appena 63 milioni di €".

"Addirittura la situazione riferita all'inclusione sociale su 220 milioni di € previsti non registra alcun avanzamento finanziario eppure siamo la regione con il livello di povertà assoluta e relativa più alto del Paese.
Come Cgil vorremmo inoltre conoscere e chiedere pubblicamente al Governo regionale a che punto sono gli Interventi previsti per il nostro territorio dal Patto per la Calabria sottoscritto tra il Governo regionale e nazionale lo scorso 20 Aprile 2016 :
• Metropolitana Leggera;
• Collegamento Ferroviario Veloce Aeroporto-Stazione Centrale-Catanzaro;
• Potenziamento Porto Catanzaro Lido;
• Nuova Aerostazione Lamezia Terme;
• Ecodistretto Lamezia Terme;
• Manutenzione reti idriche nei cinque comuni capoluogo di provincia;
• Miglioramento sismico edifici strategici;
• Interventi adeguamento strutturale e antisismico degli edifici scolastici;
• Sviluppo Economico Produttivo: Agenda Digitale, Credito D'imposta, Imprenditoria Giovanile, Infrastrutture Aree Industriali;
• Scuola, Università, Lavoro;
• Realizzazione nuovo Ospedale di Catanzaro;
• Potenziamento Tecnologico Aziende Ospedaliere;
• Adeguamento e Potenziamento Ospedale di Lamezia Terme.

Non possiamo più accettare dopo reiterate sollecitazioni al Governo regionale ritardi che penalizzano la nostra realtà produttiva economico-sociale per l'insensibilità di una politica autoreferenziale ed irresponsabile che nonostante gli strumenti e le risorse disponibili non riesce a favorire condizioni di crescita occupazionale, sociale ed economico-produttiva".