Catanzaro
 

Consorzio Bonifica Ionio Catanzarese, il sindaco di Sersale nuovo componente del Consiglio dei Delegati in rappresentanza dei comuni

L'assemblea dei Sindaci del comprensorio consortile, riunita nella sede del Consorzio a Catanzaro, ha eletto all'unanimità Salvatore Torchia sindaco di Sersale nuovo rappresentante delle 46 Amministrazioni Comunali che fanno parte del comprensorio consortile. Il sindaco di Sersale farà parte di diritto del Consiglio dei Delegati. Il Presidente del Consorzio Grazioso Manno che a norma di Statuto ha convocato l'Assemblea, prima dell'inizio dei lavori, ha ringraziato gli amministratori presenti "per l'impegno e la reciproca e proficua collaborazione che si è consolidata attraverso una stretta sinergia con le Amministrazioni Comunali anche attraverso specifici e operativi protocolli d'intesa; il Consorzio - ha proseguito Manno – ha sempre mantenuto gli impegni presi". Dai sindaci il Consorzio ha ricevuto sempre grande sostegno per il rifinanziamento e realizzazione della diga sul fiume Melito e questo impegno ora più che mai è fondamentale. La stessa cosa vale per gli interventi di mitigazione del rischio Idrogeologico, che è un tema caro al Consorzio e alle amministrazioni comunali , poiché riguardano il territorio e il suo sviluppo e i cittadini. In questo anno, degna di nota, è la grande intesa sulla siccità che ci ha visto particolarmente impegnati per assicurare l'acqua agli agricoltori.

Manno ha ringraziato per il grande lavoro svolto Sergio Cosentino che, con un grande geto di responsabilità, si è dimesso. Il sindaco Torchia nel suo intervento ha ringraziato i colleghi sindaci per la sua elezione Nell'accettare l'elezione ha manifestato a Sergio Cosentino il ringraziamento per quello che ha fatto nel corso del suo mandato nell'interesse dei comuni rappresentati ed ha assicurato lo stesso impegno e la stessa determinazione nel portare avanti gli interessi dei territori e sostenere la grande azione del presidente Grazioso Manno in tutte le attività istituzionali ed in particolare nella grande battaglia che ha portato avanti in tutte le sedi per la costruzione della diga del Melito, grande infrastruttura destinata a risolvere i problemi di approvvigionamento idrico della gran parte della provincia di Catanzaro".