Catanzaro
 

Catanzaro, al via il progetto di servizio civile volontario “A Casa Mia”

Ha preso il via il Servizio civile volontario relativo al progetto "A casa mia" promosso dal Comune di Catanzaro. I giovani volontari sono stati accolti presso la sede del settore Politiche sociali dall'assessore Lea Concolino, dal dirigente Saverio Molica e dalla responsabile del progetto, Loredana Calascibetta, i quali hanno illustrato agli stessi quali saranno i loro compiti nel corso di quest'anno. Il progetto "A casa mia" rientra a pieno titolo nella più vasta e articolata progettazione prevista nell'ambito delle politiche sociali e attuate dal Comune di Catanzaro per quanto concerne l'Area minori e politiche della famiglia.

Gli obiettivi dell'iniziativa sono quelli di creare dei percorsi di inclusione e integrazione sociale dei bambini e ragazzi che vivono in famiglie in difficoltà mediante lo sviluppo dell'affido familiare, promuovere la cultura della cura e della tutela dei bambini e ragazzi e far conoscere l'affidamento familiare. Nel progetto sono previste, nello specifico, le attività mirate a reperire nuove famiglie disponibili per poter rispondere alle richieste di famiglie affidatarie da parte degli operatori territoriali. A tal fine, sarà effettuata anche una rilevazione puntuale dei dati inerenti gli affidi e le famiglie affidatarie per valutare e documentare l'attività del Centro affidi. Attraverso una presenza continua degli operatori nell'orario di accoglienza dell'utenza, il progetto contribuirà, dunque, a favorire nei minori lo sviluppo delle capacità critiche, dell'autonomia e l'attitudine alla partecipazione civile offrendo agli stessi importanti opportunità educative e formative e alle famiglie un ulteriore sostegno e supporto.

"Il servizio civile – ha sottolineato l'assessore Concolino – rappresenta per i volontari coinvolti l'occasione di vivere un percorso di crescita culturale, civile e professionale che fornirà loro gli strumenti necessari per un approccio consapevole alle tematiche inerenti il progetto, coniugando la conoscenza delle specifiche problematiche con la promozione delle attività cui saranno preposti. I ragazzi si cimenteranno nella costruzione di percorsi di lavoro finalizzati ad interventi utili nell'ambito delle problematiche legate ai minori, preadolescenti e adolescenti. L'auspicio dell'amministrazione comunale è, infatti, quello di riuscire a sensibilizzare la coscienza civica sui valori della solidarietà attraverso la realizzazione di iniziative di alto rilievo sociale e di aiuto alla comunità".