Catanzaro
 

Catanzaro, Abramo e Perri lavorano a polo per servizi sanitari nell'ex ospedale di via Acri

Un grande polo di servizi sanitari nell'ex ospedale di via Acri. E' questa l'ambiziosa operazione a cui stanno lavorando il sindaco Sergio Abramo e il direttore generale dell'Asp Giuseppe Perri con un duplice obiettivo: da un lato, ridurre drasticamente i costi dei fitti passivi dell'Azienda sanitaria (valutabili oggi in circa 500 mila euro annui) e dall'altro recuperare una struttura ormai fatiscente ma che è collocata strategicamente nel centro cittadino, in posizione facilmente raggiungibile da tutta la viabilità. E' da ricordare che l'intero complesso edilizio dell'"ospedale vecchio" è di proprietà dell'Asp per cui la realizzazione del polo sanitario consentirebbe anche di accrescere il patrimonio edilizio pubblico.

Abramo e Perri ne discuteranno in maniera più approfondita lunedì prossimo nel corso di un incontro dedicato ad un'analisi di natura tecnica ed economica dell'operazione.

L'Asp avrebbe una notevole convenienza sia economica sia logistica, eliminando la distribuzione a macchia di leopardo di molti servizi sul territorio cittadino e concentrandoli in un'unica sede.

Il collegamento diretto con la rotatoria "Gualtieri" e con il sistema delle tangenziali, nonché la disponibilità di parcheggi, faciliterebbe l'accesso degli utenti alle strutture. Infine, da sottolineare altri importanti servizi dell'Asp sono già collocati nell'ex Umberto I, praticamente in stretta connessione con l'immobile dell'"ospedale vecchio".

L'operazione "ospedale vecchio", ha osservato il sindaco Abramo, rappresenterebbe un altro importante tassello dell'azione di recupero e rilancio del centro storico che recupererebbe così importanti funzioni. Ringrazio fin d'ora il direttore generale Perri per avere, con lungimiranza, condiviso questa idea che rappresenterebbe una pagina di buona e virtuosa amministrazione".