Catanzaro
 

Catanzaro, Costa su esami avvocato: "Non possiamo permetterci di perdere questa opportunità"

"Apprendo con grande preoccupazione della ventilata ipotesi di un trasferimento ad altra sede, per motivi logistici, degli esami di avvocato, che istituzionalmente si svolgono a Catanzaro, sede della Corte d'Appello.Sono sicuro che la notizia verrà presto smentita in quanto, se vera, costituirebbe un grande vulnus normativo oltre che imprimere un ulteriore e, forse, decisivo, colpo al ruolo di Capoluogo di Regione della città". Lo sostiene il capogruppo del Pd, Lorenzo Costa che aggiunge: "E' inimmaginabile, infatti, che gli esami si svolgano in un luogo diverso da Catanzaro, sia perché non sembra esistano impedimenti logistici al mantenimento dell'attuale assetto delle sedi in cui si svolgono le prove scritte, sia perché Catanzaro, in ogni caso, è dotata di altri spazi idonei alla funzione richiesta".

"Sono convinto – sostiene Costa - che il Presidente della Corte d'Appello di Catanzaro non mancherà, d'intesa con l'Amministrazione Comunale, di ricercare le soluzioni più opportune per garantire il migliore svolgimento dell'importante esame, che porterà a Catanzaro centinaia di giovani aspiranti avvocati da tutto il territorio nazionale. La città non può consentirsi di perdere anche questa residua opportunità di far conoscere il proprio territorio al resto del Paese, mentre si impone, finalmente, da parte dell'Amministrazione una riflessione seria e tempestiva sulla capacità di dotare Catanzaro di strutture moderne e idonee a esaltare il ruolo di città dei servizi e del turismo, in favore di tutto il territorio regionale. E' una sfida – conclude il capogruppo del Pd - che dall'opposizione non mancheremo di portare avanti nel superiore interesse della comunità".