Catanzaro
 

Catanzaro, grande successo al Mudas per F@MU 2017

''La cultura abbatte i muri'', questo è stato il tema di F@MU 2017, la giornata delle Famiglie al Museo tenutasi ieri, 8 ottobre 2017.
La manifestazione, quest'anno giunta alla sua quinta edizione,
persegue l'obiettivo di rendere lo spazio museale un luogo di incontro e condivisione tra genitori e figli, nell'ottica di una fruizione comune del patrimonio culturale italiano.
L'evento ha interessato le principali strutture museali del Bel Paese, tra cui il MUDAS di Catanzaro che ha ospitato un nutrito
numero di genitori e figli, desiderosi di conoscere le opere custodite presso il Museo diocesano del capoluogo.
Il laboratorio, coordinato dalla Dott.ssa Antonella Rotundo e dalla Dott.ssa Lara Caccia,ha promosso la conoscenza, da parte dei piccoli visitatori, dell'importanza del museo come luogo
deputato alla conservazione e diffusione del sapere, nonché di riscoperta della propria identità culturale.
I gruppi di genitori e figli hanno potuto, infatti, apprendere la storia di grandi artisti del passato, come Kandiskij e Leonardo da Vinci, anche grazie all'ausilio di Matì e Dadà, i protagonisti della serie animata prodotta da Archtoons e Rai Fiction, ideata per avvicinare i giovani al mondo dell'arte.

Nel corso delle attività, le famiglie hanno avuto occasione di conoscere il prezioso Tesoro della Cattadrale, nucleo della raccolta del MUDAS, costituito da suppellettili liturgiche e paramenti
sacri, nonché i numerosi dipinti e reliquiari che attestano la storia di fede della diocesi.
I
partecipanti, infatti, hanno apprezzato le opere non solo per il loro valore storico e artistico ma anche per quello catechetico, parte fondamentale della missione istituzionale del Museo diocesano
catanzarese. In seguito alla visita, i piccoli sono stati invitati a tradurre in immagini le nozioni apprese nella prima parte del laboratorio, rappresentando l'opera che più aveva catturato la loro
attenzione e realizzando un elaborato inerente il tema F@MU.
I bambini hanno quindi disegnato un muro, quello della paura e dell'indifferenza, con un squarcio prodotto da un elemento a loro caro,come un cuore o un arcobaleno. Il risultato è stato una serie di lavori in cui i partecipanti hanno riversato la loro creatività e l'entusiasmo per quanto appreso nel corso dell'incontro e che i genitori hanno potuto conservare come ricordo dell'esperienza vissuta.
L'intensa partecipazione delle
famiglie alla F@MU ha dimostrato, ancora una volta, il desiderio di conoscere e vivere a pieno il patrimonio culturale della propria città, esigenza che il MUDAS ha cercato e cerca di soddisfare
attraverso l'adesione a una serie di iniziative pensate per i piccoli e i loro genitori, con l'intento di abbattere i muri dell'indifferenza e riconsegnare ai bambini il patrimonio culturale di cui sono i
principali eredi.