Catanzaro
 

Svolta assemblea dei sindaci degli ambiti sociali di Catanzaro Nord e Catanzaro Lido

La riforma del welfare regionale, la nomina del responsabile dell'Ufficio del Piano, l'approvazione delle bozze di accordo di programma con l'Asp di Catanzaro e della convenzione per le funzioni dei servizi socio-assistenziali, il via libera alle procedure di gara per la non autosufficienza sono stati il fulcro dell'assemblea dei sindaci degli ambiti sociali di Catanzaro Nord e Catanzaro Lido.

L'incontro, presieduto dal sindaco Sergio Abramo e dall'assessore dei servizi sociali di Palazzo De Nobili, Lea Concolino, si è tenuto nella sala concerti del Comune. L'assemblea, alla quale hanno partecipato molti primi cittadini, o loro delegati, dei 31 Comuni inseriti nei due ambiti sociali, ha approvato tutti i punti inseriti all'ordine del giorno. Era presente anche il presidente della commissione consiliare alle politiche sociali del Comune, Demetrio Battaglia.

"È stato un importante momento di approfondimento e confronto sulle tematiche socio-sanitarie fra i rappresentanti dei Comuni che fanno parte dei due distretti di cui Catanzaro è capofila", hanno affermato Abramo e Concolino.

Come responsabile dell'Ufficio del Piano, l'organismo che dovrà sovrintendere il programma delle politiche sociali sul territorio, è stato nominato il dirigente del settore politiche sociali del Comune, Saverio Molica.

"La costituzione dell'Ufficio del Piano è un atto fondamentale dopo 14 anni dall'introduzione della Legge regionale che ne prevedeva la sua istituzione", hanno aggiunto Abramo e Concolino sottolineando come "ancora una volta il Comune di Catanzaro si pone in testa al processo di organizzazione e rinnovamento degli ambiti territoriali di diversi settori in cui è capofila. Lo abbiamo fatto per i rifiuti e per il gas metano, lo stiamo facendo anche sul versante, altrettanto essenziale, delle politiche sociali".

L'assemblea dei sindaci ha varato le bozze di convenzione con l'Asp e per la gestione dei servizi socio-assistenziali che dovranno adesso venire approvate dai 31 Consigli comunali dei Municipi partecipanti. Molto articolato, inoltre, il focus sui fondi di sostegno all'inclusione attiva e sul riparto dei fondi Pac per gli anziani.

Il Comune di Catanzaro è stato delegato dagli altri Comuni ad avviare le procedure d'appalto per l'attuazione del D.Gr. 464/2015, riguardante la non autosufficienza, in modo da garantire servizi essenziali ai disabili in attesa della formazione e dell'avvio delle attività dell'Ufficio del Piano.