Catanzaro
 

Personale mense scolastiche di Lamezia Terme: Mastroianni chiede intervento presidente del consiglio comunale

Lettera urgente del consigliere comunale Nicola Mastroianni al Presidente del Consiglio comunale di Lamezia Terme

Egregio Sig. Presidente,

Le scrivo in merito al rischio della definitiva perdita del posto di lavoro del personale addetto alle mense scolastiche lametine che, com'è noto, nel maggio 2017 è stato licenziato a seguito dell'interdittiva prefettizia che ha interessato la ditta affidataria del servizio comunale.

A tal proposito Le chiedo pertanto di assumere tempestivamente tutte le iniziative utili e le Sue prerogative istituzionali per agevolare un punto d'incontro con l'azienda subentrante nel servizio di refezione scolastica al fine di tutelare e salvaguardare la dignità e il posto di lavoro alle 40 unità lavorative che hanno espletato il servizio mensa nei circa 80 plessi scolastici tra addetti alla distribuzione e personale impegnato presso il centro cottura ubicato a Lamezia Terme.

Considerata la ristrettezza dei tempi che separa dall'avvio del servizio (la prima decade di ottobre) mi permetto solamente di suggerire e proporre un incontro nei primi giorni della prossima settimana con una delegazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti sindacali alla presenza dell'azienda affidataria del servizio per definire l'assorbimento del personale in forza degli obblighi contrattuali di legge derivanti dalla corretta interpretazione e applicazione del contratto collettivo nazionale e, nell'occasione, per definire insieme agli uffici dell'Ente i termini e le modalità di erogazione del servizio da garantire all'utenza scolastica in termini di qualità e, soprattutto, rispetto dei tempi di consegna dei pasti che non possono certamente ipotizzarsi dal centro di cottura di Catanzaro.

Confido nella sensibilità e nella tempestività della Sua iniziativa.