Catanzaro
 

Il Liceo Sirleto di Catanzaro alla prova del greco. Gli alunni della scuola pronti per il Piccolo Agone Placidiano

Anche quest'anno gli alunni del Liceo Classico Paritario "Card. G. Sirleto" di Catanzaro, diretto dal prof. Costantino Mustari, si cimenteranno in una gara nazionale di traduzione dal greco antico all'italiano. Infatti è imminente l'appuntamento, previsto per il 7 aprile, con il Piccolo Agone Placidiano, giunto all'VIII edizione e organizzato e promosso dal Liceo Classico "Dante Alighieri" di Ravenna. L'agone, una vera e propria gara di traduzione, rivolta agli alunni dei primi 4 anni dei corsi classici e organizzata presso i licei aderenti sulla base di prove inviate dal Liceo Classico di Ravenna, coinvolgerà quest'anno 64 licei italiani di 15 regioni. Tra questi figura appunto anche il Sirleto di Catanzaro, in cui avranno la possibilità di mettersi alla prova gli alunni del I, II e III anno, guidati dai docenti di greco delle suddette classi, ovvero il prof. Massimiliano Lepera e la prof. Giada Loprete, i quali si sono occupati della preparazione degli studenti in vista della tanto attesa gara. Nella scorsa edizione del 2015 risultò vincitore, sotto la guida dell'allora dirigente e docente di greco Rocco Mirabile, lo studente Bruno Rizzo del IV Liceo. Quest'anno le tre prove complessive, divise per livelli e abilità acquisite, andranno a interessare, tra le altre cose, soprattutto morfologia e sintassi, toccando comunque, in particolare per i gradi più avanzati, tematiche storiche o storico-letterarie all'interno del testo in questione. Dunque, una grande opportunità per coloro che frequentano questa scuola, per sperimentare, saggiare e mettere in pratica tutto ciò che finora hanno studiato, dimostrando come le lingue antiche possono – e devono – essere ancora una straordinaria fonte di ispirazione e conoscenza, utile non solo a formarsi e crescere, ma anche a sapersi relazionare col panorama circostante.