Calcio
 

Ripartenza Reggina, entro martedì la scelta di Falcomatà: Benedetto o Praticò?

falcomatadi Paolo Ficara - Non c'è tempo da perdere. Il destino dei due gruppi imprenditoriali intenzionati a far ripartire il calcio a Reggio Calabria, è nelle mani del sindaco Giuseppe Falcomatà. Sua sarà la valutazione sulle potenzialità economiche, sulla bontà del progetto e sull'attenzione al settore giovanile, tra le carte presentate dalle due cordate. Dopodiché, il primo cittadino allegherà le proprie referenze nelle rispettive domande d'iscrizione da inviare a Figc e Lega Dilettanti.

La scelta tra Francesco Benedetto e Mimmo Praticò dovrà avvenire entro martedì, giorno in cui tra l'altro Antonio Cosentino, reggente della LND, farà il punto della situazione con la Co.Vi.So.D. Se la cordata indicata da Falcomatà non dovesse poi presentare, entro il prossimo 3 agosto, le necessarie garanzie economiche per completare l'iscrizione in Serie D, Reggio Calabria rischierebbe di veder ripartire dall'Eccellenza la propria squadra di calcio.

Per una questione formale, nonché di rispetto verso chi ha portato avanti il vessillo amaranto negli ultimi 30 anni, sottolineiamo che la Reggina Calcio 1986 ad oggi risulta affiliata presso la Figc. Ciò significa che se stanotte, per assurdo, il presidente Lillo Foti decidesse di iscrivere la squadra in Prima Categoria, ne avrebbe pieno diritto e manterrebbe in piedi la società col proprio nome ed il proprio centro sportivo. Ovviamente si tratta di un'utopia, non fosse altro per la mole debitoria gravante.

Nota a margine: nella mattinata di questa calda domenica di luglio, alcuni operai (si suppone su incarico del Comune) hanno provveduto a smontare un pezzo del tabellone dello stadio 'Oreste Granillo'.