Calcio
 

Reggina: la Lega Pro non può terminare il campionato, si attende il via libera per la B

GranilloIl calcio riparte, ma non a tutti i livelli. Ammesso e non concesso che se ne siano accorti adesso, i componenti del consiglio direttivo della Lega Pro in riunione straordinaria assieme al preisdente federale Gabriele Gravina, hanno evidenziato come non esistono le finestre necessarie (ce ne sono 18, ne servirebbero 21) per completare regolarmente il campionato di Serie C tra il 20 giugno ed il 20 agosto.

Questa la motivazione ufficiale trascritta nell'ennesimo comunicato da zero a zero, che di seguito riportiamo nella parte che maggiormente interessa:

I consiglieri, dopo aver ringraziato il Presidente per la disponibilità dimostrata, si sono confrontati relativamente alle modalità di applicazione per la Lega Pro della delibera 196/A del 20 maggio. A tal proposito hanno condiviso la necessità di comunicare alla Federazione la impossibilità di disputare tutte le partite già previste dal calendario ordinario entro il 20 agosto 2020 – termine ultimo individuato dalla delibera 196/A del Consiglio Federale – e conseguentemente di rimettere allo stesso Consiglio federale le determinazioni relative alle modalità di conclusione del campionato secondo quanto già individuato ai punti 5 e 6 della richiamata delibera.

Probabile che a questo punto le sole società abbienti, tra le 28 aventi diritto, prendano parte ai playoff ed ai playout. Lo start dovrebbe avvenire a fine giugno o a inizio luglio. Per Reggina, Monza e Vicenza si attende l'ultimo timbro per la promozione in Serie B. Il gatto uscirà dal sacco nel corso del prossimo Consiglio Federale.

p.f.