Calcio
 

Certezza-Corazza, ma Reggina-Catanzaro la vince Toscano: 1-0

reggcatanzdi Paolo Ficara - Se non c'eravate, non sapete cosa vi siete persi. Un pubblico da brivido ha trascinato la Reggina verso la vittoria in un derby epico, terminato 1-0 grazie al solito acuto di Certezza-Corazza all'87'. Gara tiratissima con due espulsioni: De Rose al 37' e Martinelli al 47', entrambi per doppio giallo. Poco spazio allo spettacolo, pochissime le occasioni fino al quarto d'ora finale. Dopodiché è stato vendicato il 3-4 del febbraio scorso.

LE SCELTE – Toscano si affida nuovamente a Bellomo dal primo minuto, al posto di Rivas che è in nazionale. Per il resto è confermata in toto la formazione di Pagani. Forse la vera novità è la posizione di sacrificio per il barese, che fa più la mezzala sinistra del trequartista. Anche Auteri dà continuità alle proprie scelte col tridente composto da Kanoute, Bianchimano e Fischnaller ad interscambi arsi spesso le posizioni.

A FIAMMATE – Il primo tempo è caratterizzato dalle ripartenze di entrambe le squadre. Si devono impegnare le rispettive batterie di centrali per chiudere i varchi. Martinelli parte dalla difesa e va in sgroppata solitaria fino a servire Bianchimano in profondità: il destro è vincente ma l'assistente sbandiera il fuorigioco. Nella Reggina ci prova solo Bellomo. Però l'episodio più importante della prima frazione riguarda De Rose: già ammonito, va ad ostacolare la ripartenza di Kanoute. Non arriva il raddoppio di marcatura, il mediano è indotto a rimediarsi il secondo giallo. Sounas subentra a Reginaldo per riequilibrare il centrocampo. A quel punto, per gli amaranto è un lusso chiudere il primo tempo sullo 0-0 contro un Catanzaro più pungente.

IMPERDONABILE – La superiorità numerica del Catanzaro svanisce ad inizio ripresa. Gravissimo l'errore del centrale Martinelli, anch'egli tra gli ammoniti, che va a commettere fallo nella metà campo amaranto e quindi ben distante dalla zona pericolo. A quel punto diventa una vera e propria partita a scacchi tra i comandanti Toscano ed Auteri, che con i cambi vanno a spostare più volte le proprie pedine. Si sfonda due volte a destra: Rolando tira in bocca al portiere, poi il fresco Garufo manda a lato. Fischnaller prenderà il palo per gli ospiti, poco prima dell'episodio che deciderà il derby.

TOSCANO VA ALL-IN – Al 73' la Reggina al 4-3-2 con gli ingressi di Denis e De Francesco (auguri per il suo 25° compleanno). Toscano mette Bellomo ala sinistra, nella zona di campo dove Auteri ha da poco rinunciato a Statella. La seconda volta in cui viene servito, il numero 10 produce la giocata vincente: cross a rientrare verso il secondo palo, Corazza di testa manda in porta pallone e Di Gennaro per l'1-0 che fa esplodere il "Granillo". Per il Catanzaro l'ha persa Martinelli, per la Reggina l'ha vinta sicuramente Toscano.

CHE DICE LA CLASSIFICA? - La Reggina conferma l'ottimo avvio di stagione imponendosi anche nella più difficile delle gare interne. Pokerissimo di vittorie tra le mura amiche, la porta di Guarna è rimasta inviolata anche contro Auteri. Euforico il massimo dirigente Luca Gallo al fischio finale. Domenica si disputa Bari-Ternana assieme a tutte le altre gare del girone C, per stanotte la Reggina è in testa alla classifica. Salutiamo la capolista.

REGGINA-CATANZARO 1-0

Marcatori: 87' Corazza (R)

Reggina (3-4-1-2): Guarna; Loiacono, Blondett, Rossi; Rolando (73' Denis), Bianchi (73' De Francesco), De Rose, Bresciani (56' Garufo); Bellomo; Reginaldo (40' Sounas), Corazza. A disposizione: Farroni, Lofaro, Gasparetto, Marchi, Rubin, De Francesco, Paolucci, Salandria, Doumbia. Allenatore: Toscano.

Catanzaro (3-4-3): Di Gennaro; Celiento, Martinelli, Quaranta; Statella (62' Riggio), Maita, Casoli, Nicoletti; Kanoute (62' Giannone, 79' Figliomeni), Bianchimano (53' Di Livio), Fischnaller (79' Nicastro). A disposizione: Mittica, Favalli, Pinna, Risolo, Tascone, Bayeye, Cali, Nicastro. Allenatore: Auteri.

Arbitro: Daniele Paterna di Teramo (Marco Ceccon di Lovere e Cosimo Cataldo di Bergamo).

Note - Spettatori 15819, di cui 929 ospiti. Ammoniti: Martinelli (C), Celiento (C), De Rose (R), Casoli (C), Garufo (R), Statella (C), Quaranta (C). Espulsi: al 37' De Rose (R) per doppia ammonizione, al 47' espulso Martinelli (C) per doppia ammonizione.