Calcio
 

Reggina, ok la pratica Vibonese: adesso è secondo posto, mercoledì sfida al vertice in casa della Ternana

regvib19di Paolo Ficara - Senza fare la voce grossa. Una Reggina normal style ha piegato per 2-0 la Vibonese davanti ad una cornice di pubblico composta da quasi 9 mila persone, nonostante la prevendita partita in ritardo. Un'autorete di Malberti all'11' ed una rasoiata di Corazza al 48', consegnano i tre punti in una partita raramente in discussione, anche se meno godibile rispetto alle precedenti uscite interne. In ogni caso, interessava solo proseguire il filotto.

LE SCELTE – Toscano ne cambia tre rispetto a Bari. A destra rinuncia forzata all'infortunato Rolando, dentro il sempre positivo Garufo. Come trequartista Bellomo viene preferito a Sounas nel 3-4-1-2. Di punta è Doumbia a far coppia con Reginaldo, fuori a sorpresa il bomber Corazza. Nel 4-3-3 di Giacomo Modica c'è posto per i tre ex Redolfi, Petermann ed Emmausso.

CARAMBOLA – Il vantaggio arriva sugli sviluppi di un corner: Reginaldo di tacco prolunga la traiettoria di Bellomo, il pallone carambola su Malberti e si insacca nell'angolo opposto. Che la gara non sia sulla stessa falsa riga di quelle con Cavese e Bisceglie, lo si intuisce proprio dopo il vantaggio. La Vibonese non sbraga, anzi, con intelligenza toglie ariosità alla manovra amaranto. E poco alla volta guadagna metri, pur senza impensierire Guarna. Una punizione di Petermann poteva però avere miglior fortuna.

CRAC DOUMBIA – A ricomporre la coppia Reginaldo-Corazza ci pensa... Doumbia. Il francese accusa un infortunio, probabilmente di natura muscolare. Già nel primo tempo è costretto a gettare la spugna. Cambio praticamente obbligato per Toscano, che con Denis ancora non convocato e Bellomo a fungere da trequartista, per non dare pericolosi segnali di difensivismo è costretto ad inserire Corazza...

... Il QUALE – Proprio non ce la fa a resistere, andando a bucare per la quarta gara consecutiva il portiere avversario. Siamo nella fasi iniziali del secondo tempo, quando Garufo fa partire un cross improvviso: Reginaldo doma il pallone, invitando i compagni Bellomo e Corazza a scattare, servendo poi quest'ultimo. Destro rasoterra verso il secondo palo, nulla da fare per il giovane Greco. Prosegue il magic moment del bomber friulano.

MERCOLEDÌ DA LEONI – Con la gara in ghiaccio e la buona Vibonese del primo tempo ormai con i remi in barca, c'è solo da gestire le forze in vista del turno infrasettimanale. Salandria rileva l'ammonito De Rose già all'intervallo e fa bella figura. Minutaggio anche per De Francesco. Con questa vittoria la Reggina sale al secondo posto. Scavalcando Catania e soprattutto Catanzaro, entrambi ko in trasferta. Cade anche il Bari a Francavilla. Davanti resta solo la Ternana, che attende la Reggina in casa propria mercoledì alle 15. E chissà da quanto tempo, la Reggina non costringeva i propri tifosi ad attaccarsi allo schermo in un giorno feriale.

REGGINA-VIBONESE 2-0

Marcatori: 11' aut. Malberti, 46' Corazza

Reggina (3-5-2): Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Garufo, Bianchi (78' Sounas), De Rose (46' Salandria), Bellomo, Rubin (58' Bresciani); Reginaldo (58' De Francesco), Doumbia (26' Corazza). A disposizione: Farroni, Lofaro, Blondett, Gasparetto, Marchi, Paolucci, Rivas. Allenatore: Toscano.

Vibonese (4-3-3): Greco; Ciotti, Redolfi, Malberti, Tito; Tumbarello (92' Maniscalchi), Petermann (78' Pugliese), Prezioso (78' Rezzi); Emmausso (46' Berardi), Bernardotto, Bubas (87' Allegretti). A disposizione: Mengoni, Quaranta, Del Col, Di Santo, Gualtieri. Allenatore: Modica.

Arbitro: Marco D'Ascanio di Ancona (Alessandro Pacifico di Taranto e Marco Trinchieri di Milano).

Note - Spettatori 8869, di cui 121 ospiti. Ammoniti: De Rose (R), Prezioso (V), Berardi (V), Malberti (V). Calci d'angolo: 7-5. Recupero: 2'pt;