Calcio
 

De Francesco riagguanta il Francavilla: pareggio per la Reggina al debutto in campionato

defrancescoalbertodi Paolo Ficara – Un punto è meglio di zero. La Reggina esce indenne dallo stadio "Giovanni Paolo II" di Francavilla Fontana, nonostante lo svantaggio firmato al 37' da Vazquez su rigore. Una parabola disegnata ad inizio ripresa da Alberto De Francesco ha rimesso la gara sui giusti binari, poi non si è riusciti in corsa ad imprimere un passo diverso. Era il debutto nel campionato di Serie C 2019/20.

LE SCELTE – Toscano sorprende un po' sugli esterni. Titolare a destra è Garufo, che comunque si è allenato in gruppo già da luglio nonostante sia stato ingaggiato solo da pochi giorni. A sinistra Rubin viene preferito a Bresciani. Davanti Bellomo è in appoggio a Reginaldo. Trocini schiera due centravanti puri come Vazquez e Perez, anche i biancocelesti così come gli amaranto si dispongono col 5-3-2.

INGENUITÀ – Primo tempo abbastanza tirato, con la linea a cinque della Reggina comunque attenta a chiudere sui vari traversoni. Guarna si distende in tempo per bloccare un tiro ravvicinato di Vazquez, poi l'unico vero brivido è su un angolo da sinistra, con Tiritiello che per poco non insacca da pochi passi. Serve un'ingenuità per consentire ai padroni di casa di sbloccare il risultato: Bianchi entra in ritardo su Bovo in area, è rigore. Al 37' dal dischetto Vazquez spiazza Guarna.

REAZIONE – Da notare come Garufo vada da solo verso tutti i giocatori del Francavilla in esultanza, per prendersi il pallone dopo il rigore di Vazquez. È il segnale di una squadra che non vuole andare all'intervallo in svantaggio. Sounas penetra a sinistra, ma Bianchi non giunge in tempo sul suo traversone basso. Poi Rubin, in una delle rare proiezioni offensive, trova Costa su un sinistro a botta sicura da pochi passi.

PIEDE CALDO – Ad inizio ripresa, la Reggina riagguanta la Virtus. Bellomo tocca dalla bandierina per De Francesco, ne esce uno spiovente che finisce all'incrocio sul secondo palo e sorprende Costa. 1-1 al 47'. Il numero 8 dimostra di avere il piede caldo, impegnando severamente Costa su punizione. Proprio un infortunio occorso a De Francesco, costretto a lasciare spazio a Salandria, fa scemare il ritmo del match nonché la propositività degli amaranto. I padroni di casa restano in 10 per l'espulsione di Bovo, ma nel finale si registra solo un'incornata di Reginaldo finita a lato.

ATTESA PER IL BOMBER – La panchina non lunghissima ha forse condizionato le scelte di mister Toscano nella ripresa. Di fatto, dopo il cambio Corazza-Bellomo avvenuto sull'1-1, sono finite le cartucce offensive. Problema che verrà risolto dall'arrivo di German Denis, che in settimana si unirà ai nuovi compagni. C'è ovviamente da migliorare la condizione atletica, specie per quanto riguarda gli esterni rimasti oggi abbastanza bloccati. Il pareggio ottenuto nello stadio di una squadra rivelatasi sempre rognosa, è comunque un risultato apprezzabile. Adesso due turni consecutivi in casa, il primo domenica prossima con la Cavese.

VIRTUS FRANCAVILLA – REGGINA 1-1

Reti: 37' rig. Vazquez, 47' De Francesco

V. FRANCAVILLA (5-3-2): Costa; Albertini, Tiritiello, Delvino, Caporale, Sparandeo; Gigliotti (70' Mastropietro), Zenuni, Bovo; Perez (85' Baclet), Vazquez (75' Tchetchoua). A disposizione: De Luca, Sottoriva, Pino, Carella, Marino, Calcagno, Miccoli, Marozzi. Allenatore: Trocini.

REGGINA (5-3-2): Guarna; Garufo (61' Rolando), Loiacono, Bertoncini, Rossi, Rubin; Bianchi (82' Bresciani), De Francesco (71' Salandria), Sounas (72' Paolucci); Reginaldo, Bellomo (62' Corazza). A disposizione: Farroni, Marchi, Nemia, Gasparetto. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Perenzoni di Rovereto

Ammoniti: Bertoncini, Tiritiello, Bianchi, Bovo

Espulso: 73' Bovo (doppia ammonizione)