Reggina-Casertana: arrestati due tifosi amaranto sottoposti a D.A.SPO mentre tentavano di accedere allo Curva Sud dello stadio Granillo

stadiogranillo23aprL'intensificazione dei controlli in occasione dei servizi di ordine pubblico disposta dal Questore Maurizio Vallone durante lo svolgimento della manifestazione sportiva di Lega PRO, al fine di prevenire atti violenti in danno delle strutture sportive, della società "Urbs Reggina 1914", e dei tifosi ospiti, che potrebbero causare multe e squalifiche del campo in un momento così delicato della stagione calcistica Reggina, ha conseguito ulteriori importanti risultati quando, lo scorso sabato 20 aprile, durante lo svolgimento dell'incontro di calcio "Reggina-Casertana", valevole per il campionato di Lega Pro, gli Agenti della Polizia di Stato dell'Ufficio Volanti, impegnati nello specifico compito di vigilanza per impedire l'accesso allo stadio a soggetti gravati dalla misura di prevenzione del divieto di accesso alle manifestazioni sportive (D.A.Spo), hanno sorpreso tre soggetti intenti a scavalcare la recinzione dello stadio nei pressi della curva sud, evidentemente intenzionati ad entrare ed assistere alla partita senza essere in possesso di biglietto.

Accortisi dell'intervento degli Agenti, i tre si davano alla fuga nel vano tentativo di non farsi identificare. Due di questi, Z.G., 27enne e P.G., 23enne, entrambi di Reggio Calabria, sono risultati sottoposti a provvedimenti di D.A.SPO emesso dal Questore di Reggio Calabria dal 29 agosto 2017 con fine misura prevista al 28.02.2022 il primo ed al 28.08.02019 il secondo. I due sono stati arrestati per la violazione del divieto di accesso ai luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive ed il loro arresto è stato convalidato dall'Autorità giudiziaria in data 22 aprile.

L'altro giovane, riuscito a darsi alla fuga, è stato comunque riconosciuto per S.A. classe 76, anch'egli sottoposto a D.A.SPO dal 29.08.2017 al 28.08.2019, ed è stato denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

Oggi, a seguito di giudizio direttissimo, l'Autorità Giudiziaria ha convalidato i due arresti, i primi registrati nella provincia di Reggio Calabria per violazione degli obblighi di D.A.SPO.

Il Questore Vallone: "le manifestazioni tutte si devono svolgere in assoluta sicurezza e non è accettabile che soggetti già autori di comportamenti scorretti possano reiterare gli atteggiamenti per i quali sono stati destinatari dei D.A.SPO.

La Questura vigilerà attentamente in occasione dei prossimi impegni calcistici della "Urbs Reggina 1914" proprio per impedire che comportamenti irregolari o violenti possano compromettere, con sanzioni o squalifiche, le legittime aspirazioni sportive della Società e dei veri tifosi reggini.

Ringrazio gli Agenti per la prontezza e la professionalità dimostrata nella circostanza".

Nei prossimi giorni la Divisione Anticrimine della Questura provvederà a valutare l'inasprimento della misura di prevenzione personale a carico di tutti e tre i soggetti identificati.

Creato Martedì, 23 Aprile 2019 09:12