Calcio
 

Zavettieri a Radio Reggio Più: "Io alla Reggina? Auspico che la società possa lottare per la B"

zavettieriUn amore mai sbocciato. Nunzio Zavettieri ha spesso anelato alla panchina della Reggina, specie dopo la felice esperienza in B con il Bari assieme a Roberto Alberti, non molti anni fa. il tecnico ha visto interrompere il proprio rapporto col Bisceglie, nell'attuale stagione, ed è intervenuto a Radio Reggio Più per commentare la vittoria degli amaranto contro la sua ex squadra. Ne è scaturita anche una mezza ammissione, circa un desiderio per la prossima stagione.

"A Bisceglie avevamo composto una squadra con un'identità, poi durante il percorso sono venute fuori altre dinamiche. Il mio esonero doveva arrivare prima, ma i dirigenti ed i calciatori avevano posto il veto – ha svelato Zavettieri a Radio Reggio Più - Per onestà, devo dire di essere stato anche richiamato. Non ho trovato l'accordo, preferendo la risoluzione".

Mister Zavettieri ha provato a schernirsi, circa l'ipotesi di un futuro sulla panchina amaranto per lui: "Mi auguro che la società diventi sempre più forte, con una squadra sempre più forte. La piazza è appetita da calciatori di grande profilo. Se la società si rinforza, bisogna puntare alla Serie B. Ho tanta stima del presidente, conosco bene anche Agenore. L'ambiente è difficile ma stimolante. Come reagirei ad una chiamata? Mi auguro che la Reggina possa fare il meglio possibile. Al di là dei presidenti, rimane la storia di una città importante. Vivendo al nord e confrontandomi coi colleghi, so quanto sia forte l'appeal di Reggio Calabria. L'auspicio è che si possa tornare ad ammirare una Reggina forte, che possa lottare per salire in Serie B".